banner ad
banner ad

ALLA SCOPERTA DELL’ ITALIA DI SERIE B – 2 / ASCOLI

| 14 settembre 2018 | 0 Comments

(g.p.)______All’ interno, nelle Marche, ma con lo sbocco a mare, su cui gravita, di San Benedetto del Tronto, sulla linea adriatica, cui è collegata da treni regionali e autobus. Con un comodo, poi, raccordo per l’ autostrada.

Dall’altro versante, nel centro Italia, è snodo della storica via Salaria, così detta perché serviva il commercio del sale degli antichi romani.

Fondata dai Sabini, poi presto municipio romano, in seguito in pieno fra le miseri e le nobiltà dell’ Italia dei Comuni e delle Signorie.

Piccola città, nemmeno cinquantamila abitanti, ai piedi dei monti, raccolta, tutta di travertino nello splendido centro storico, dominato dalla coreografica Piazza del Popolo (nella foto).

Il resto, son palazzi, palazzine, botteghe, bottegucce e saliscendi. Torri medioevali, tante torri, e teatri, due, e chiese, in un fascino raccolto, particolare, monumentale.

Le donne, i cavalier, l’ armi, gli amori qui sembrano rivivere, come nella rievocazione storica detta della Quintana, che si tiene due volte l’ anno d’estate.

Profonda provincia italiana, che vive di memorie, e, per non sprofondare nell’ isolamento, si inventa qualcosa, a volte invano, ogni giorno.

In questo aiuta la vivacità culinaria, con le famose olive, conosciute in tutto il mondo, e altri antipasti fritti. Ma soprattutto aiuta lo sport, il calcio, della anch’ essa storica società calcistica. Nell’ immaginario collettivo legata ai fasti degli anni Settanta, e all’ indimenticabile presidente Costantino Rozzi. I suoi sfoghi puntuali contro le presunte ingiustizie arbitrali, unite alle pronunce storpiate dei cognomi dei calciatori stranieri del mitico “…qui Tonino Carino da Ascoli” a 90. Minuto hanno accompagnato per anni in simpatia le domeniche degli Italiani, e nella memoria di  molti di loro ancora sopravvivono.

Però anche qui il passato non basta. Questa città non può vivere di memorie, lo sa, e sta cercando di costruirsi un futuro, giorno per giorno, a gran fatica.

Category: Costume e società, Cultura, Viaggi e Turismo

Lascia un commento

banner ad
banner ad