banner ad
banner ad

INTENSIFICATI I CONTROLLI DI POLIZIA A LECCE CITTA’

| 9 ottobre 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Nella serata di ieri il dispositivo di agenti posto in campo dal Questore di Lecce per svolgere i controlli straordinari ad “alto impatto” nelle zone più a rischio della città si è concentrato su via Monteroni, via Marinosci e su via Adriatica.

Nel primo caso sono state elevate due sanzioni amministrative per violazione del Regolamento della Polizia Urbana, in quanto due uomini si erano appartati con due prostitute, una delle quali, nigeriana, che da successivi controlli è risultata essere titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria.

Nel secondo caso, via Marinosci, si è svolto un controllo presso un esercizio commerciale all’interno del quale sono stati identificati tutti i sedici avventori presenti, quattordici dei quali avevano precedenti di polizia.

I controlli infine si sono estesi fino a via Adriatica, dove un 37enne leccese è stato sorpreso con addosso diciotto grammi hashish e pertanto è stato denunciato per detenzione di sostanza stupefacente.

 

In carcer invece è finito un giovane 24enne della provicnia. Viene fermato in Poazza Indipendenza per un controllo, ma si dà alla fuga.

Attivate le ricerche, una pattuglia di poliziotti di quartiere, appiedati, si imbattono in un ragazzo, perfettamente identico alle descrizioni fornite dalla sala operativa e lo bloccano.

A suo carico un mandato di arresto.

Il ragazzo che doveva espiare una pena di un anno a tre mesi per reati contro il patrimonio era fuggito il 1° agosto scorso da una comunità di recupero di Brindisi, dove era agli arresti domiciliari, e questo gli aveva comportato, in caso di rintraccio, una conversione degli arresti domiciliari nella detenzione in carcere.

Dopo la fuga, ora dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad