ECCO TUTTI I PRINCIPALI FATTI DI CRONACA NERA ACCADUTI NEL GRANDE SALENTO NELLE ULTIME ORE

| 20 ottobre 2018 | 0 Comments

(e.l.)______

Nella tarda serata di ieri, a Lecce, in zona industriale, c’è stata una sfrontata rapina a mano armata ai danni della ditta di spedizioni Gls (nella foto), dove all’ improvviso hanno fatto irruzione in tre, a volto travisato e con un fucile e due pistole, intimando ai dipendenti di consegnare l’incasso. Un quarto uomo li aspettava nell’ auto su cui sono fuggiti subito dopo il colpo. Notevole il bottino, 24.500 euro.

 

Un giovane pakistano di 33 anni, in regola con il permesso di soggiorno, è stato arrestato ieri sera a Lecce in zona Stazione Ferroviaria con l’ accusa di tentata violenza sessuale dopo aver toccato una ragazza di 29, che ha chiamato il 113, aiutata da un passante. Gli agenti della Polizia di Stato prontamente intervenuti, l’ hanno soccorsa, poi in breve hanno individuato il responsabile, poi portato in carcere.

 

Alessio Potenza, 35 anni, operaio,  e sua moglie Debora Licci, 28 anni, di Taurisano, entrambi incensurati, sono stati arrestati dagli agenti della Polizia di Stato, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e di detenzione e ricettazione di armi.

Fatta irruzione nella loro abitazione, dove avevano notato movimenti sospetti, i poliziotti vi hanno trovato: undici grammi  di cocaina, trecento grammi  di eroina; due chili di marijuana, un chilo di hashish, tre bilancini di precisione, e tre fucili.

 

I Carabinieri della Forestale di Otranto hanno denunciato a piede libero un uomo di 57 anni, di Minervino di Lecce, aveva realizzato sul terreno di sua proprietà in località Cocumola, zona fra l’ altro sottoposta a vincoli paesaggistici, di cinquanta metri quadri, una discarica di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Tutto sottoposto a sequestro, in attesa di ulteriori provvedimenti.

 

Ancora peggio a Manduria, dove i Militari del Nucleo operativo ecologico di Lecce hanno posto sotto sequestro preventivo d’urgenza in località Paglione, un’area di cinquemila metri quadri i, sbancata per una profondità di uno o due metri, adibita illecitamente a deposito illecito di rifiuti speciali. Sono stati trovati materiali da demolizione, plastica, e ingombranti. Denuciato a piede libero un uomo di 55 anni.

 

Due persone sono state denunciate a piede libero per truffa, per aver  usato on line in maniera fraudolenta una carta postepay, dopo essersene impossessati dei dati, appartenente a un cittadino  di Maglie. Si tratta di un giovane di Bracciano e di un uomo di Palo del Colle.

 

Andato via alla fine del mese scorso da una comunità di Acquarica del Capo in cui si trovava agli arresti domiciliari, quindi giuridicamente evaso, Francesco Pastore, 35 anni, di Cavallino, si è presentato alla Stazione dei Carabinieri del suo paese in compagnia di una ragazza milanese di 34 anni, poi denunciata a piede libero per favoreggiamento.

Su disposizione della magistratura, il giovane è stato portato in carcere.

 

Diventata definitiva una condanna a dieci mesi per violenza sessuale per un episodio accaduto a Salice Salentino sette anni fa, quando era ancora minorenne, un giovane di 25 anni è stato posto agli arresti domiciliai.

 

Due furti in abitazione a breve distanza l’uno dall’ altro denunciati questa notte ai Carabinieri di Maglie, al lavoro per individuarne i responsabili. Nel primo caso, i ladri hanno messo a soqquadro masserizie e suppellettili, senza però portare via nulla; nel secondo, hanno trovato numerosi oggetti d’oro.

 

In seguito ai cori razzisti rivolti ad alcuni calciatori del Mesagne durante l’ incontro di calcio Mesagne – Gallipoli del 16 settembre scorso del campionato di Eccellenza, sette tifosi della squadra ospite, identificati attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno ricevuto un provvedimento di interdizione dalle manifestazioni sportive di cinque anni, emanato dal questore di Brindisi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento