banner ad

LA PARTITA DI SABATO POMERIGGIO / FOGGIA-LECCE SU UNA VECCHIA GIOSTRA: WELCOME TO ZEMANLANDIA!

| 25 ottobre 2018 | 0 Comments

di Annibale Gagliani______

In attesa di scongiurare ufficialmente il rischio del blocco del Campionato di calcio di Serie B 2018/2019, naviaghiamo per un minuto nell’amarcord di Foggia-Lecce, società legate indissolubilmente a una giostra che ha fatto stropicciare gli occhi all’Italia tutta: Zemanlandia!

Un giorno ai calciofili di potere che lo denigravano Zdenek Zeman rispose: «Talvolta i perdenti hanno insegnato più dei vincenti. Penso di aver dato qualcosa di più e di diverso alla gente».

Quando ammirate tatticamente la belleza da Premier League del football di Maurizio Sarri e Jurgen Klopp, ricordate che sono figli del boemo. Quando sentite dire che per fare calcio champagne ci vuole la rosa del Real Madrid, pensate a lui, Cirque du soleil low coast.

Sabato a Foggia si ritroveranno in un vecchio bar di periferia Ciccio Baiano, Beppe Signori, Mirko Vučinić e Valeri Bojinov. Berranno grappa barricata, fumando una sigaretta, in onore del loro mentore. Non sarà l’unica carezza ricevuta da Zeman, ci pensa il suo elegiaco connazionale, Franz Kafka, a riservargli un elogio letterario: «La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chi mantiene la capacità di vedere la bellezza non invecchia mai».

Foggia e Lecce si affronteranno allo Stadio Zaccheria alle ore 15:00 di sabato (salvo sorprese riguardo ai ricorsi) per la cinquantanovesima volta nella loro storia. Sono ventotto le vittorie per i lupi, dieci i pareggi e venti le affermazioni dei satanelli, con centoquarantuno reti segnate complessivamente.

I precedenti più succulenti per i tifosi foggiani sono due: l’ultimo giocato in Serie C due stagioni fa, con un netto 3-0 che ha spinto verso la promozione gli uomini di Stroppa; l’ultimo giocato in Serie A nella stagione 1993-1994, con un devastante 5-0 proprio per mano di Zeman. Il Lecce ha dalla sua un 8-0 in casa nel campionato di C 1950-1951 e un 6-0 sempre tra le mura amiche nel torneo di Serie B 1946-1947.

PROBABILI FORMAZIONI DELLA SFIDA

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri; Martinelli, Camporese, Loiacono; Gerbo, Busellato, Carraro, Deli, Kragl; Iemmello, Mazzeo.

all. Grassadonia

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Cosenza, Meccariello, Calderoni; Tabanelli, Petriccione, Scavone; Mancosu; La Mantia, Palombi.

all. Liverani

Arbitra Aureliano della sezione di Bologna

SENSAZIONI DEI BOOKMAKERS

L’attesissimo derby pugliese della nona giornata di campionato, che contrappone un Lecce appaiato al sesto posto con dodici punti e un Foggia penultimo con quattro punti (otto di penalizzazione, ne avrebbe dodici sul campo), vede i rossoneri favoriti con una quota media di 2,00 euro. Il pareggio è quotato mediamente a 3,20, mentre il Lecce corsaro è visto meno probabile con una quota di 3,60. L’eventualità di avere più di tre goal nel match è pagata 1,90, mentre lo stallo a due reti massimo è pagato a 1,80. Dopo gli scalpi di Livorno e Verona da parte degli uomini di Liverani, credere nell’impresa non è un rischio, ma un dovere.

Manuel Scavone, mediano giallorosso vicino quest’estate a vestire i colori foggiani, legge il braccio di ferro che lo attende assieme ai compagni:

«La stiamo preparando, stiamo studiando gli avversari. Il derby è sempre più sentito rispetto le altre partite e una vittoria ci permetterebbe di restare nelle zone alte della classifica. Speriamo di poter dare ai tifosi una grande soddisfazione. Il Foggia ha Iemmello, Galano, ma anche noi abbiamo ottimi calciatori, possiamo fargli male. Abbiamo un unico obiettivo, arrivare il prima possibile alla salvezza. Dopo avremo la testa libera e potremo giocare per qualcosa in più».

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad