banner ad

“E piove”, GOVERNO TRADITORE! PAROLA DI PROFESSORE…TREBLE, STORICO FONDATORE DEI SSS, ADATTA IN MUSICA UN TESTO DELLA SCRITTRICE NO TAP SERENA FIORENTINO. IL CRITICO MUSICALE DI leccecronaca.it HA ASCOLTATO IN ANTEPRIMA IL BRANO USCITO NEL BEL MEZZO DELLA TEMPESTA MEDIATICA, ECCO IL SUO COMMENTO

| 29 ottobre 2018 | 0 Comments

di Roberto Molle______

È ormai sotto gli occhi di tutti, diffusa dai media, la notizia che il progetto Tap andrà avanti, almeno stando alle parole del primo ministro Conte, tra lo sconcerto e la delusione delle persone che fanno parte del movimento No Tap e non solo. Un malumore generale che attraversa l’Italia tutta, almeno quella parte che si riconosce nei valori della difesa del territorio che il movimento ha portato avanti fino a oggi, e per i quali, per quanto possibile, continuerà a battersi.

leccecronaca.it sta dando aggiornamenti in tempo reale da ormai tre giorni, seguendo l’evolversi della situazione con notizie e commenti.

Per quanto possa servire – e la musica spesso sa farsene portabandiera e inno – un contributo importante alla causa ambientale e alla lotta dei cittadini di Melendugno arriva da uno dei musicisti che da sempre è in prima linea a tenere vivo l’interesse per la propria terra e per tutte le forme di cultura e tradizione legate al Salento.

Il riferimento è a Treble Lu Professore, musicista, autore, produttore, nonché fondatore dei Sud Sound System (ha firmato brani storici nel panorama nazionale della musica reggae e Hip Hop, come “Stop al panico”, “Fuecu”, “Notte e giurnu”, fino alle “Radici ca tieni”).

Il contributo di Treble alla lotta No Tap arriva attraverso una canzone che si chiama “E piove”. Nel brano si racconta l’impatto ambientale e sociale sulla comunità di San Foca, Lecce, località destinata a ospitare il gasdotto, e delle possibili conseguenze che tutto ciò potrà causare sui territori attraversati.

“E piove” è l’adattamento (da parte di Treble) di un testo della scrittrice salentina e attivista No Tap Serena Fiorentino che della composizione racconta:

“Era il giorno del mio compleanno e mentre preparavo la torta da condividere al presidio NoTap con i compagni di lotta, il prefetto di Lecce, per favorire i lavori della multinazionale, istituiva la perfida “Zona Rossa di San Basilio”. Camion, ruspe, reti metalliche, filo spinato e cemento a portarci via quel Luogo del Cuore! Ho pianto, per rabbia, indignazione, e insieme a me hanno pianto la nostra Terra, il nostro Passato, le nostre Radici. Ma il Futuro, minacciato dal mostro Tap, ha chiamato in nostro soccorso il Cielo che, quel giorno e per i giorni a seguire, ha versato, con noi, lacrime di ribellione che hanno allagato il cantiere impedendo la continuazione dei lavori”.

La struttura di “E piove” è molto vicina a quella di “Le radici ca tieni”: le parole poggiate su un tappeto di suoni reggae come nella più pura tradizione Sud Sound System, il cantato che si fa inno, con un groove che trascina e invita alla danza.

Il videoclip, che accompagna il brano E piove, rivela la disperata corsa sotto la pioggia, fin dalle prime luci dell’alba, di un giovane uomo che corre in difesa della sua terra stuprata e una volta giunto nei pressi del cantiere Tap rimane pietrificato alla vista di tanta devastazione.

L’ambiente paradisiaco (l’azzurro del mare, l’alba rossa, la sabbia bianca, il verde degli ulivi e delle pinete) contrasta e stride drammaticamente con i “mostri di metallo”, le barriere di filo spinato, il fango e gli ulivi eradicati.

Il video, interpretato da due attori della compagnia “La DifferArt”: Stefania Bove e Antonio Carelli (con la regia e il montaggio di Baba Paradiso), sarà pubblicata lunedì 5 novembre in formato digitale sui network telematici.

“E piove” anticipa l’uscita del terzo album da solista di Treble, dal titolo Cultura Amore Radicazione, prevista per novembre 2018.
Il videoclip sarà pubblicato ufficialmente sul canale youtube di Elianto
www.youtube.com/treblestudio

 

p.s è comunque disponibile l’ascolto di “E piove” a questo link:

 

 

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad