banner ad

AL VIA DEL MARE, ORE 21.00 / HALLOWEEN THRILLING CON LECCE-CROTONE: PRECEDENTI, FORMAZIONI, PRONOSTICI

| 31 ottobre 2018 | 0 Comments

di Annibale Gagliani______

PRECEDENTI

Lecce e Crotone si affrontano per la ventitreesima volta allo stadio Via del Mare, con uno storico di tredici vittorie leccesi, sette pareggi e due vittorie pitagoriche. L’affermazione più larga dei giallorossi risale al Campionato di Serie C 1972-1973, quando gli uomini di mister Neri massacrarono i rossoblu di Tognon con un 4-0 firmato Flaschi (doppietta), Carella e Ferrari. Lo scalpo più ampio, nonché l’ultimo, dei calabresi ci rimanda al terzo turno della Coppa Italia 2011-2012, quando Djuric e Ciano eliminarono il Lecce di Di Francesco, regolato per 0-2 dal coraggio underdog di coach Menichini.

FORMAZIONI

CROTONE

4-3-3 –  Cordaz; Faraoni, Sampirisi, Vaisanen, Martella; Rohden, Barberis, Molina; Firenze, Budimir, Stoian.

all. Moschella

LECCE

4-3-1-2 –  Vigorito; Venuti, Marino, Meccariello, Calderoni; Tabanelli, Petriccione, Scavone; Mancosu; Palombi, La Mantia.

all. Liverani

arbitro Fourneau della sezione di Roma

PRONOSTICI E ANALISI

La vittoria dei salentini è quotata mediamente a 2,50 euro, il segno X è pagato a 3,30, mentre il colpaccio degli squali a 3,20. L’eventualità che le squadre segnino più di due goal supera la quota 2,00, mentre lo stagno a massimo due reti è pagato in media 1,75.

Il Lecce per ritornare in orbita promozione diretta: l’intera posta lo porterebbe con sedici lunghezze al quarto posto momentaneo, a soli tre punti dalla capolista Pescara, che affronterà all’Adriatico nel prossimo turno. Il Crotone per riagganciare la zona playoff e scavalcare la banda di Liverani: si staglierebbe al settimo posto con quattordici lunghezze.

Si preannuncia un sfida al cardiopalma, piena di capovolgimenti di fronte e colpi di sciabola, visto gli atteggiamenti offensivi delle due compagini. Il Crotone ha esonerato Giovannino Stroppa, in attesa di accogliere Massimo Oddo. Per stasera sarà l’allenatore della primavera a dirigere la squadra, Ivan Moschella. Formazioni che si affrontano con una leggerezza mentale agli antipodi: salentini fiduciosi dopo la prova di carattere in rimonta a Foggia, calabresi attapirati dopo il pareggio interno con la Salernitana e in generale per un Campionato che li vede in crisi d’identità. Due complessi che subiscono tanto, ma segnano altrettanto: sedici reti realizzate dai lupi e dodici subite, dodici palle in buca per i crotonesi e tredici raccolte dal sacco.

Tema tattico della sfida: la capacità di dominare il gioco a centrocampo e la destrezza di sfruttare gli spazi in contropiede quando la fase di studio sarà archiviata e gli schemi salteranno.

Uomini chiave: è un test interessante per la spina dorsale leccese, Meccariello, Petriccione-Tabanelli, Mancosu e Palombi; occhio a tre uomini di altra categoria nelle file pitagoriche, Simy (arma in corsa), Cordaz e Barberis.

Nella notte di Halloween del Salento il verdetto della zucca può essere thrilling: chi vince succhia il sangue all’avversario, ululando alla luna; chi perde rischia di diventare uno zombie della cadetteria più incerta dell’ultimo ventennio.______

LA RICERCA nel nostro articolo di questa mattina

CALCIO, SERIE B, AGGIORNAMENTI

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad