ATTUALITA’ / I CASI – STORICI MISTERI ITALIANI – DI EMANUELA ORLANDI E MIRELLA GREGORI AD UNA SVOLTA?

| 3 novembre 2018 | 0 Comments

di Carlo Infante______

Come noto a molti, dal 29 ottobre, sono tornati alla ribalta i turpi casi di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori (le giovani scomparse a Roma nel 1983). Ciò perché sono state accostate (anche se non si comprende in base a quale criterio) a frammenti ossei rinvenuti a Roma, durante lavori di restauro, sotto al pavimento della dependance di “Villa Giorgina”, in via Po 27, sede della Nunziatura Apostolica; per la verità distante solo un chilometro dall’abitazione di Mirella – in via Nomentana – ed a circa mezzo chilometro da via di Santa Teresa dove, secondo una fonte (giudicata inattendibile dagli inquirenti), la stessa fu segregata.

Stanno indagando la Procura di Roma e la Gendarmeria Vaticana; si estrarrà il materiale genetico, che sarà comparato con quello delle due ragazzine (da tempo a disposizione degli investigatori), ci vorrà almeno una settimana per avere responsi.

Ovviamente vi è cautela da parte dei familiari, che comunque seguiranno direttamente gli sviluppi investigativi. Duole parecchio che, per riaccendere il faro sulle tristissime vicende, si sia dovuto attendere un episodio così macabro.

Da semplici cronisti, attendiamo anche noi ma, intanto, segnaliamo la recente uscita dell’unico libro su Mirella, lo ha scritto il giornalista romano Mauro Valentini e s’intitola “Mirella Gregori – Cronaca di una scomparsa” (Sovera Edizioni, 182 pagine, 14 euro). Vanta la toccante prefazione di Pietro Orlandi (nella foto), fratello di Emanuela.

Di seguito la sinossi. Roma, 7 maggio 1983. Un sabato pomeriggio come tanti. Mirella Gregori, 15 anni appena, è in casa con i suoi genitori. Il suono del citofono, Mirella risponde, parla pochi secondi e poi dice alla mamma che la sta aspettando un amico, scende le scale e non farà più ritorno. Tutte le ricerche da quel momento non porteranno a nulla e l’angoscia per quella scomparsa accompagnerà per sempre la famiglia Gregori. Il racconto di questo percorso infinito e doloroso diventa in questo libro il romanzo di una famiglia sospesa e di una vita interrotta da una mano criminale. Ma è anche la cronaca di un ricatto contro una famiglia semplice che ha dovuto subire un macabro rituale disseminato di indizi e sospetti che hanno legato il destino di Mirella a quello di Emanuela Orlandi, la cittadina vaticana rapita solo un mese e mezzo dopo. Mauro Valentini riscrive la storia di questa scomparsa con gli occhi di chi l’ha vissuta sulla propria pelle, attraverso i ricordi della sorella Maria Antonietta e la lettura ragionata dei fatti e dei tanti indizi lasciati tra le dita dei suoi familiari, per ricomporre un puzzle senza incastri che ha coinvolto a vario titolo Papa Wojtyla, Sandro Pertini, Alì Agca e i servizi segreti.

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento