banner ad

ORRORE A LECCE, STRAGE DI GATTI, AVVELENATI NELLA COLONIA FELINA DEL CIMITERO. LA DENUNCIA DI ANDREA GUIDO, LA REAZIONE DELLE VOLONTARIE, MENTRE DILAGANO SUI SOCIAL RABBIA E SCONCERTO NEI CONFRONTI DEL SERIAL KILLER DEI FELINI

| 24 dicembre 2018 | 0 Comments

(Rdl)______No, non stanno dormendo, purtroppo. Sono morti, così, teneramente abbracciati, stesi e prostrati quando si sono sentiti male, avvelenati da un pazzo criminale, folle omicida, personificazione della malvagità e della brutalità di cui qualche essere ‘umano’ è capace, quello che l’altra notte ha fatto una strage di gatti, nei pressi del Cimitero di Lecce. Ha buttato veleno, o chissà quali sostanze ha usato, mischiandole al cibo, ancora non è chiaro, fatto sta che le vittime sono state numerose, nella colonia felina che storicamente stazione là, teneramente e quotidianamente assistita da volontarie, e sul fatto che si tratti di avvelenamento, date le modalità, ci sono pochi dubbi.

Gli ultimi, quando arriveranno, li scioglieranno gli esiti delle analisi sui corpi delle povere bestie morte già avviate.

La macabra scoperta e la denuncia è di ieri pomeriggio, del consigliere comunale Andrea Guido, che ha messo foto, alcune strazianti, e pensieri sul suo diario Facebook:

“È questione di ore ormai, tra poco sarà Natale, e piacerebbe a tutti mettere da parte le brutte notizie, sperare anzi che non ce ne siano affatto perché ‘a Natale siamo tutti più buoni’.

Purtroppo la realtà dei fatti è ben diversa, e per quanto possa non dar piacere pensare all’ennesima violenza contro gli animali, sarebbe un’ingiustizia ancora peggiore ignorare ciò che è accaduto questa mattina alla colonia felina presente nel cimitero di Lecce . Si è trattato di un vera e propria strage di piccoli, dolci, teneri ed indifesi gatti . Chiunque sia stato spero che le forze dell’ordine lo trovino e lo mettano di fronte alle sue responsabilità.E se davvero si dovesse individuare tale “ bestia umana “ spero che gli venga data una pena esemplare . Avvelenare un animale è un reato ai sensi del codice penale. Ebbene ricordare inoltre che la legge proibisce e punisce anche la distribuzione di sostanze velenose e prevede la reclusione da sei mesi a tre anni .
Chiedo al Sindaco ,all’Assessore al Randagismo , all’Assessore alla sicurezza e polizia Municipale di attivare tutte le procedure atte a consegnare quanto prima nelle mani della giustizia il colpevole” .

In queste ore, l’indignazione popolare monta sui social.

Questa mattina sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale per i primi sopralluoghi.

Le volontarie stanno preparando un esposto che presenteranno alla Procura della Repubblica, e hanno denunciato altre numerose ‘sparizioni di gatti che non hanno lasciato traccia, avvenute negli ultimi tempi, probabilmente a opera della stessa mano criminale.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad