ANZIANO MARITO VIOLENTO ALLONTANATO DA CASA

| 12 gennaio 2019 | 0 Comments

(e.l.)_____Gli agenti della Polizia di Stao del Commissariato di Nardò (nella foto)  hanno eseguito un provvedimento cautelare di allontanamento dalla casa familiare,  disposto dal gip del Tribunale di Lecce, a carico di un anziano di 75 anni.

Le indagini erano partite due settimane fa dall’intervento dei poliziotti in seguito ad una lite scoppiata in casa della coppia, dove hanno trovato la donna, un’anziana di 70 anni, con evidenti segni di percosse.

Nei giorni seguenti è venuto fuori un vero e proprio dramma familiare, fatto di violenze, soprusi e vessazioni, sino a raggiungere le minacce di morte e terrorismo psicologico: un marito violento e ossessionato dalla gelosia che, in preda ai fumi dell’alcool, picchiava la moglie minacciandola di morte.

Per esempio, per aver  lasciato la tapparella di una delle finestre di casa socchiusa: nella sua follia violenta, un segnale lasciato per altri uomini, per cui “punirla”.

Durante la perquisizione presso l’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto, sotto il letto, un bastone di legno della lunghezza di sessanta centimetri, munito di tredici chiodi conficcati e le estremità tranciate per rendere la punta particolarmente acuminata: un vero e proprio strumento di tortura  costruito di recente.

L’uomo è stato sottoposto al provvedimento cautelate del gip di allontanamento urgente dalla casa familiare con divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla parte offesa e rispettando la distanza di trecento metri, perché  ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali aggravate.

Category: Cronaca

Lascia un commento