banner ad
banner ad

UN PASSO VERSO DESTRA, E ORA LA SINISTRA LECCESE INSULTA QUELLI DI ANDARE OLTRE CHE L’ HANNO ABBANDONATA. LA RISPOSTA DI MASSIMO FRAGOLA

| 11 febbraio 2019 | 0 Comments

(g.p.)______C’eravamo tanto amati…Erano compagni preziosi a sostenere, come hanno fatto per un anno e mezzo, la traballante giunta del sindaco di Lecce Carlo Salvemini. Poi, da qualche settimana, quelli di Andare Oltre, il movimento politico che fa capo al sindaco di Nardò Pippi Mellone, hanno rotto con il centro – sinistra, si sono defilati dalla coalizione che sostiene il sindaco uscente e, in vista delle prossime elezioni amministrative, sono passati con quella di centro destra.

Tanto è bastato a farli diventare ‘fascisti’, o a farli ritornare, ‘fascisti’, nella considerazione della sinistra leccese, per di più fascisti che “non stanno bene” di testa.

Una trasformazione sorprendente.

Galeotto al contrario, fu il post, e chi lo scrisse

E’ successo, infatti, che il gruppo nazionale ha pubblicato sulla propria pagina Facebook una innocente citazione della canzone presentata da Simone Cristicchi a Sanremo – ancora una volta, il Festival è così diventato motivo di polemica politica – e subito esso è stato ripreso dall’ ex assessore della giunta Salvemini Silvia Miglietta, che poi l’ha così commentato: “Questi fascisti non stanno bene”.

Insomma, nulla cambia, in una certa sinistra raical-chic, come la chiama l’ex consigliere di maggioranza (pentito?) Massimo Fragola, che in un comunicato appena mandato ai giornali se l’è presa a male, e risponde per le rime: “Una battuta vergognosa, per la quale non servono neppure le scuse, perché tradiscono un atteggiamento di intolleranza che è insito negli aficionados di Salvemini, i quali anche in quest’occasione non hanno risparmiato insulti e frasi ripugnanti e violente“, ha scritto Fragola, ed ha poi aggiunto: “Una operazione che, peraltro, suona come un ulteriore tentativo di mistificare ed imbrogliare i leccesi con il doppiopesismo tipico dei salveminiani perché a margine emerge un curioso particolare: nel 2017 la stessa area sinistra attaccò duramente Andare Oltre in quanto un candidato esponeva post “in cui compaiono Hitler e altre icone dell’immaginario nazista”. Un candidato che, per inciso, non fa più parte di Andare Oltre ma per il quale ora si chiude un occhio: è stato purgato, purificato e redento ed ora – che non fa più parte di Andare Oltre da mesi – è in coalizione al fianco di Salvemini… a dimostrazione di quanto l’accordo tra l’ex sindaco e i personaggi della sua corte sia solo un pastrocchio di potere per il potere, con il quale è stato velocemente archiviata ogni necessità di cambiamento per far posto alla brama di potere, lasciando irrisolti i problemi di Lecce e dei leccesi“.

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad