banner ad

RIUNIONE A COPERTINO IN COMUNE PER ARGINARE I DISAGI DEL CENTRO STORICO, BULLISMO IN PRIMO LUOGO. L’APPELLO DEL SINDACO SANDRINA SCHITO ALLA COMUNITÀ

| 23 febbraio 2019 | 0 Comments

di Maria Antonietta Vacca______

Si è tenuta giovedì scorso, presso la sala consiliare del comune di Copertino, una riunione fortemente voluta dal Primo Cittadino per attenzionare tutta la cittadinanza sull’emergenza educativa, e sul rispetto dei luoghi e delle persone, in particolare nel centro storico del paese.

Tale fenomeno in realtà da alcuni anni esaspera residenti, amministratori e forze dell’ordine, in quanto non di facile soluzione. Non esiste una ricetta, un protocollo, un espediente.

Si tratta di fatto di gruppi, più o meno organizzati, di ragazzini di età compresa tra i 10 e i 15 anni, la cui forza negativizzante sta proprio nell’essere gruppo, nel sentirsi spalleggiati dal clan.

L’intendimento principale di chi amministra, espresso nella volontà di riunire attorno ad un tavolo residenti, associazione, scuole, parrocchie e chiunque avesse a cuore la questione, è proprio quello di dare una alternativa e trovare un linguaggio comune che possa avvicinare e stabilire un contatto con questa triste realtà, piuttosto che trovarsi su fronti opposti.

In tal senso le scuole, le parrocchie, le associazioni presenti sul territorio hanno risposto con entusiasmo e partecipazione aderendo a qualsiasi iniziativa potesse svolgersi in questi luoghi. Comprensibile e condivisibile, ovviamente, la voce esasperata dei residenti che si vedono limitati nella loro libertà, offesi, derisi, nonché vittime di danneggiamenti.

A tal proposito le forze dell’ordine si stanno muovendo coordinati dal Questore e dal Prefetto di Lecce per prevenire e arginare il fenomeno.

Ma come affrontare a livello di comunità una questione così delicata?

All’indomani della riunione svoltasi in comune il sindaco di Copertino lancia un invito, che lei stessa si augura diventi virale e aumenti in ogni cittadino la consapevolezza della necessità di essere tutti coinvolti in prima persona e presenti fisicamente e attivamente sul campo.

L’appello dunque alla prima istituzione. La famiglia.

Questo il testo dell’appello del Sindaco di Copertino Sandrina Schito.

“UN APPELLO A TUTTA LA COMUNITÀ COPERTINESE da condividere in tutti i modi e con ogni strmento: NON LASCIAMO SOLI I NOSTRI FIGLI!
Un invito a noi tutti, facciamolo diventare virale, condividiamo lo con ogni strumento e contatto. “Non lasciamo soli i nostri figli quando escono, facciamo sì che avvertano la presenza di un genitore, che quest’ultimo/a diventi il genitore di TUTTI. SIANO i ragazzi liberi di incontrarsi, di esprimersi, ma senza esagerare. Recuperiamo il senso degli orari, del tempo ed il rispetto per gli altri. MAMME, PAPÀ : ogni ragazzo è figlio nostro. Non lasciamolo solo! FACCIAMO, in modo TUTTI, CHE SIA FELICE!”

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad