ULTIME DI NERA IN BREVE

| 2 Marzo 2019 | 0 Comments

(e.l.)______

Identificate e denunciate a piede libero per ricettazione due persone che in periodi diverso hanno avuto in loro possesso e utilizzato un telefono cellulare rubato a Lecce ad un uomo di Martano la scorsa estate: sono un giovane di 30 anni della Costa d’Avorio residente a Napoli, e una giovane di 25 anni del Mali, attualmente irreperibile.

 

Uscivano da un’abitazione di via Marcianò a Lecce con nelle mani un televisore, un telefono cellulare, una borsa da donna e altri oggetti di bigiotteria, proprio mentre transitava una pattuglia dei Carabinieri. Inevitabile che i militari si siano insospettiti prima, e che li abbiano arrestati poi in flagranza di reato. Si tratta di Roberto Fuso, 39 anni, e di Ivan Bongiorno, 41 anni, entrambi di Lecce. Si trovano ora ai domiciliari.

 

Dai domiciliari al carcere. Lo ha disposto il Tribunale di Bari nei confronti di Antonio Paradiso, 33 anni, di Andria, domiciliato in comunità a Diso, in seguito alle segnalazioni dei responsabili della struttura.

 

Su ordine del Tribunale di Milano, è finito in carcere, a scontare tre anni di reclusione, per episodi di violenza accaduti a Bollate sette anni fa, Massimo Ardito, 56 anni, di Tricase.

 

Denunciato a piede libero per detenzione di stupefacenti un giovane di Surbo di 21 anni, sorpreso questa notte dai Carabinieri all’interno di un bar con un grammo di cocaina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento