banner ad

FRAMMENTI DI UN DISCORSO AMOROSO. IL DAY AFTER

| 2 aprile 2019 | 0 Comments

di Giuseppe Puppo______Cambiano le famiglie, cambiano le donne, cambia pure l’amore, ma…In certe cose, ecco, non c’è niente da fare, la sensibilità femminile, chiamiamola così, rimane nei secoli fedele a sè stessa. Specie quando sono innamorate, specie quando vanno la prima volta a casa del nuovo amato, sono sempre tutte, ma proprio tutte uguali, è più forte di loro…Devono subito, appena entrate, andare a curiosare in bagno, con la scusa di fare la pipì, a caccia di capelli o tracce di rossetti femminili, altrui; devono per forza, con una disinvolta scusa, aprire gli armadi in camera da letto, dove forse ci sono scheletri; e, appena possibile, devono sempre, furtivamente, senza farsene accorgere, rovistare fra agende, biglietti e memoria del telefonino…

Poi, il massimo, vero e proprio must, comportamento cult, messesi in libertà, o prima, o poi, devono indossare sempre, per forza, chissà per quale ancestrale comandamento, almeno una cosa, qualcosa del guardaroba di lui, qualche capo di abbigliamento scelto con ostentazione, che sia una camicia, un maglione, o che altro, e se lo devono portare appresso.

E hai voglia a dir loro, ma no, dai, lascia stare, quella camicia è buona, l’ho pagata uno sproposito, a quella maglietta ci tengo, quel maglione me l’ha regalato la zia…Peggio! A maggior ragione, se lo mettono addosso, e puoi stare tranquillo che non lo rivedrai mai più…

 

Non sfugge alla regola, anzi, la conferma, Francesca Verdini, la nuova fidanzata di Matteo Salvini, paparazzata all’uscita dell’appartamento romano del vicepremier, ministro dell’Interno e leader della Lega, dove aveva trascorso la notte, la mattina dopo la loro prima romantica uscita pubblica, a cinema, a vedè che? Dumbo…

Il settimanale CHI grazie ai suoi solerti fotografi fa lo scoop, e gli intellettuali emuli di Roland Barthes hanno nuovi materiali di cui occuparsi per i loro aggiornamenti.

Però, dai…Nella fattispecie il risultato è imbarazzante…

Il guardaroba di Matteo Salvini è infatti padan-popolare, fatto di felpe e tute, ora della Polizia…

Ma l’amore se ne frega di tutto e di tutti, anche delle figuracce, move il sole e le altre stelle, produce look clamorosi e consiglia coinvolgimenti a pelle…E meno male che le felpe contro i terroni sono rimaste nella casa di Milano, se no…______

LA RICERCA nel nostro articolo del 27 marzo scorso

IL PERSONALE E’ POLITICO / DIO, PATRIA E…

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad