banner ad
banner ad

CENTINAIO IN PUGLIA PER UN VERTICE SULLA XYLELLA

| 11 aprile 2019 | 1 Comment

(Rdl)______Visita in Puglia del ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio (nella foto), che questa mattina ha partecipato in Prefettura a Bari ad un vertice organizzato con  il prefetto di Bari, Marilisa Magno, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’assessore regionale all’Agricoltura, Leonardo Di Gioia, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ed i rappresentatnti di Confagricoltura, Cia, Copagri, Lega Cooperative Puglia, Confcooperative, Coldiretti e Unaprol.

Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, il ministro, al termine dell’incontro ha detto che “Ci siamo confrontati su quelle che sono le esigenze in Puglia per quanto riguarda le gelate e la Xylella perché  in questo momento in Commissione Agricoltura alla Camera stanno votando gli emendamenti per quanto riguarda il decreto Emergenze in agricoltura. Le associazioni ci hanno dato ulteriori spunti di riflessione, vediamo se li possiamo trasformare in emendamenti. Sulla possibilità di modifica del decreto per estendere l’accesso ai fondi anche ai piccoli imprenditori senza partita Iva, stiamo cercando di capire dagli eventuali emendamenti che arriveranno nel decreto”.

Una seconda riunione è prevista nel pomeriggio a Lecce, sempre in Prefettura, sempre secondo l’agenzia Ansa, ma al riguardo mancano altre notizie, che non siamo riusciti ad avere. Comunque l’incontro a Lecce non è stato comunicato alla stampa.

Category: Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Dario Stefàno, Pd - tramite mail ha detto:

    Se è vero che il ministro Centinaio, come egli stesso dice, non ha più intenzione – come ha già fatto fin qui – di bruciarsi col fuoco della “annuncinite”, esiste un modo per segnare un cambio di passo: può dare l’ok all’impianto di emendamenti dal decreto che abbiamo presentato in commissione.

    Intanto notiamo che anche il ministro Centinaio, dopo la ministra Lezzi, sceglie di rifugiarsi in Prefettura. E lo fa, volutamente, in giornate di lavoro parlamentare in modo da evitare la partecipazione e il confronto con tutta la delegazione parlamentare salentina e pugliese. Vorremmo che alle visite in Puglia seguano, senza ulteriori perdite di tempo considerato che è già passato quasi un anno di governo, atti concreti ed efficaci per dare finalmente ristoro alle richieste avanzate ancora oggi dalle associazioni di categoria e dai rappresentanti dei produttori pugliesi.

    Può da subito dare un segnale evidente per dimostrare di aver compreso il dramma Xylella e riempire di contenuti il vuoto del decreto emergenze attraverso l’accoglimento delle nostre proposte emendative. Siamo stanchi di sentir dire che altri hanno perso tempo o di assistere al solito rosario di cifre roboanti, peraltro solo annunciate, in una perenne campagna elettorale della maggioranza gialloverde.

Lascia un commento

banner ad
banner ad