NO AI SUPERPOTERI DEL SERVIZIO FITOSANITARIO

| 3 maggio 2019 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il segretario del Coordinamento degli Agricoltori per l’Olivicoltura Antonio De Franco ci manda il seguente comunicato______

Il Coordinamento degli Agricoltori per l’Olivicoltura sulla base delle risultanze dell’incontro tenutosi ieri in Senato nell’Aula Nassirya, su invito del Sen. Ciampolillo, ha deliberato seduta stante e proceduto in data odierna a inoltrare una istanza al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, chiedendo di intervenire immediatamente sul d.l. 27 del 29/03/2019, attualmente all’esame della Commissione permanente Agricoltura del Senato per la conversione in legge.

La denuncia sporta punta il dito contro la richiesta, da parte dei promotori del sopracitato decreto, di poter autorizzare il Servizio Fitosanitario ad agire in deroga alle disposizioni vigenti.

Si vuole tentare di attribuire al Servizio Fitosanitario il potere di stabilire autonomamente l’entità del pericolo e di poter ancora più autonomamente stabilire le contromisure da adottare DEROGANDO COMPLETAMENTE A OGNI DISPOSIZIONE VIGENTE, appunto, ovvero aggirando qualsiasi diritto facendosi scudo con il bene finale, la lotta al batterio Xylella.

L’art. 8 del d.l. 27 rischia di creare un precedente disastroso per tutti i cittadini, minando le fondamenta dello Stato Costituzionale con una procedura (che in futuro potrà facilmente essere replicata) che da vita a un Ente in grado di poter stabilire il suo scopo e di poter aggirare tutte le leggi per raggiungerlo.

La speranza è che le Istituzioni sappiano farsi forza della fiducia dei cittadini, intervenendo in maniera mirata ed esemplare ed eliminando il pericolo che una situazione del genere possa evolversi da semplice previsione a terrificante realtà.

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento