banner ad

APPLAUSI. ALLA BELLEZZA DELLA CULTURA. AL VIA NEL SALENTO IL PRESTIGIOSO FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ARTI DA DOMENICA 16 GIUGNO, FINO AL 7 LUGLIO

| 6 giugno 2019 | 0 Comments

 

di Maria Antonietta Vacca______

Tutto pronto, e programma completo definito. Da domenica 16 giugno, a domenica 7 luglio. Fra Copertino, Gallipoli, Nardò e dintorni.

Sotto la direzione artistica del Maestro Salvatore Cordella, Il Festival Internazionale delle Arti è pronto a salpare verso la sua ottava edizione, in un’armonia di suoni, passioni ed emozioni.

Ideato dall’Associazione International Arts Company, il Festival si propone di presentare al pubblico le iniziative e la programmazione annuale dell’Associazione e di farne apprezzare i frutti dell’intensa attività artistico-culturale.

 

Dal 16 giugno al 7 luglio, quest’anno il Festival presenterà sei unici appuntamenti per dare risalto alle tre espressioni più tradizionali dell’arte – la musica, l’arte figurativa e la lirica – accompagnate dalle altre arti – prosa, danza, light design, arte culinaria enogastronomica – con l’obiettivo unico di far riscoprire agli spettatori le meraviglie e la bellezza delle arti.

Questa ottava edizione – finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito del programma straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo – punta anche a far scoprire il legame indissolubile e armonico tra la musica, l’arte e la natura.

 

Il tema di ogni appuntamento è ispirato alla visione personale della “Teoria degli Elementi” del Maestro Cordella e della sociologa dottoressa Flavia Pulli: a ciascun dei cinque elementi di cui è costituita la materia – fuoco, aria, acqua, terra e metallo – e cui si può identificare per fisionomia e caratteristiche ciascuno di noi, corrispondono qualità e virtù.

Anche il metodo di insegnamento dell’Accademia dei Germogli d’Arte – nata nel 2011 dalla volontà di creare nel Salento un centro dedicato allo studio, al perfezionamento tecnico e alla crescita artistica e personale di giovani cantanti lirici – è improntato sulla teoria degli elementi ed è finalizzato al raggiungimento del benessere psico-fisico dei cantanti e al superamento di blocchi tecnici e fisici nell’esecuzione del canto, nonché al raggiungimento del “punto zero” ovvero del punto di equilibrio, con il supporto di specialisti dell’ambito medico, il naturopata e omeopata  Angelo Carlo Licci e della esperta in Yoga, Cranio Sacral Terapy e Muscolar Energy Technique  Roberta Adami.

 

Domenica 16 giugno, ore 20.45, presso l’Oasi Tabor di Nardò, il primo appuntamento, “ACCADEMIA IN FESTIVAL”, vede proprio l’esibizione dei giovani talenti dell’Accademia “Germogli d’Arte” in un concerto delle più belle arie del repertorio lirico da Verdi a Puccini, da Bizet a Mascagni, diretto dal Maestro Salvatore Cordella (nella foto qui sotto), accompagnati al pianoforte dal Maestro Vincenzo Rana, Svetlana Rynkova e Antonio Manni, per la regia di Rosangela Giurgola.

Nel corso della serata verranno consegnate le borse di studio derivate dall’iniziativa di raccolta fondi “Adotta un germoglio” e sarà svelato il nome del giovane talento dell’Accademia che riceverà il Premio “Germoglio d’Arte” e potrà vivere la sognante e aspirata esperienza del “Gran Galà” conclusivo del Festival. Questa prima data è un omaggio al metallo – l’elemento più solido di cui è costituita la materia, simbolo di fortificazione, della stabilità necessaria alla base della preparazione tecnica – riferendosi alla solida e ferrea attività di studio degli allievi dell’Accademia.

 

Il secondo appuntamento “ARIE, CANTI E TERRE”, mercoledì 19 giugno, ore 20.45 presso il teatro Italia di Gallipoli è un concerto diretto dal Maestro Peppe Vessicchio (nella foto qui sotto) che, con i suoi originali arrangiamenti di famose “romanze da salotto” (fra cui “Marechiaro”, “Non ti scordar di me” e “musica proibita”), vi guiderà in un percorso alla ricoperta della tradizione musicale italiana e non solo. Protagonisti della serata saranno il soprano Giacinta Nicotra, il tenore Giuseppe Tommaso, l’attore Andrea Rizzoli e i giovani talenti dell’Accademia Germogli d’Arte del Mo Cordella, accompagnati dall’ensemble “I Solisti del Sesto Armonico”.

 

 

Questo secondo appuntamento è un omaggio alla terra – elemento solido e rigoglioso, simboleggia la materia primordiale, accoglie la vita e la nutre – attraverso il percorso alla riscoperta delle radici musicali italiane e non solo, lasciataci in eredità dai grandi musicisti e autori conterranei.

 

 

Il terzo appuntamento “VIRTUOSISMO IN MUSICA – NOTE DI SPERANZA”, di domenica 23 giugno, ore 20.45 nella Chiesa S. Chiara di COPERTINO (ex Convento delle Clarisse), ci catapulta in un’esperienza sensoriale unica ed emozionante. Il pianista lodato da pubblico e critica per la “rarissima sensibilità musicale delle sue interpretazioni e il suo carisma”, Davide Santacolomba, sordo dalla nascita ma capace di “sentire” nell’aria le vibrazioni della musica, ci trasporterà in un concerto speciale in cui tutti i sensi – grazie a particolari installazioni – saranno coinvolti per farci percepire la musica nel suo totale.

In questo evento solidale, l’invito è stato esteso all’Associazione Italiana Persone Down e l’onlus Icaro di Maglie e agli associati dell’Ente Nazionale Sordi sezione Provincia di Lecce.

L’aria è l’elemento su cui questa serata è incentrata: elemento impalpabile e fuggevole per eccellenza – come lo spirito artistico – diventerà il mezzo di comunicazione principale tra il pubblico e l’artista.

 

 

L’appuntamento di mercoledì 26 giugno ore 20.00 presso l’Oasi Tabor di Nardò è speciale invece per la sua doppia natura: concerto-conferenza del dott. Toso con la partecipazione del dott. Carlo Angelo Licci (Naturopata-Omeopata) e il dott. Giuseppe Memmi (psicologo-musicoterapista), alterna momenti musicali con momenti di approfondimento scientifico, per far comprendere meglio l’interazione che la musica può avere a livello cellulare con il nostro essere e sentire.

Nel concerto “TRANSLATIONAL MUSIC” si esibirà il dott. Emiliano Toso al pianoforte accordato a 432 Hz (usato nell’ascolto terapeutico) il quale sarà affiancato da Lorena Borsetti al violoncello. Quest’appuntamento con il “Convegno in Musica” è dedicato ai concerti di TRANSLATIONAL MUSIC che fondono biologia e musica e si distinguono per la loro unicità: in questo caso l’elemento preso in analisi è la terra, intesa come genitrice assoluta, per il modo di percepire l’evento in sé, in cui ogni momento è un concentrato vibrazionale unico, che permette ai partecipanti di ascoltare, ascoltarsi e fondersi con la musica, con la natura, appunto, con la terra.

 

 

Sabato 29 giugno alle ore 20.45 nel Giardino del Vescovo del Santuario di Santa Maria alla Grottella a Copertino il concerto diviene spettacolo grazie al musical inedito del Festival: pensato e interamente prodotto dall’Associazione International Arts Company, “TRANSATLANTIC” è la rappresentazione in musica del tema dell’emigrazione verso il Nuovo Mondo, in una temporalità compresa tra l’800 e il ‘900.

 

Ideato sulle musiche più belle dei due dopoguerra e sulle testimonianze reali, lo spettacolo vedrà in scena cinque cantanti di vocalità mista (lirico e naturale) – Emanuela Loffredo, Raffaella Misiti, Franco Castiglia, Alexia, soprano Daria Masiero e il tenore Salvatore Cordella – gli attori Carla Guido e Ivan Raganato, accompagnati da una formazione orchestrale composta da 10 musicisti diretti dai maestri Maurizio Pica (nella prima foto qui sopra) e Pino Perris (nella foto qui sotto) che hanno curato anche gli arrangiamenti.

Questo appuntamento è dedicato all’acqua, elemento passionale e trascinante, fonte di vita nella sua forma di sorgente e simbolo di successo nella sua forma di fiume che scorre oltrepassando gli ostacoli che incontra nel suo cammino.

 

Il Festival si chiude domenica 7 luglio con il consueto ed emozionante Gran Galà “SOGNO IN ARTE” presso i Giardini del Vescovo del Santuario di S. Maria alla Grottella di Copertino.

Il concerto finale è un vero e proprio “sogno ad occhi aperti”, soprattutto per il vincitore del “Premio Germogli D’Arte 2019”, l’allievo più promettente dell’accademia, che potrà esibirsi in una cornice incantata, un’atmosfera onirica creata dall’Orchestra OLES diretta dal Mo La Stella. Per la prima volta si esibirà anche il Coro Germogli D’Arte, diretto dal M° Emanuela di Pietro, e tutti contribuiranno a creare dei veri “quadri d’opera”. Durante la serata verrà inoltre consegnato il “Premio Internazionale delle Arti” a un’eccellenza italiana, il Mo Nico Ciricugno (viola).

Chiude la rassegna un appuntamento dedicato al fuoco cui sono associate le qualità del coraggio, la forza, la passione e la determinazione, caratteristiche fondamentali alla base della carriera dell’artista, per omaggiare i talenti di questa edizione e di quella che verrà.

 

In queste otto edizioni il Festival Internazionale delle Arti ha visto crescere il proprio successo, grazie anche al contributo degli “Amici del Festival”, da realtà nazionali – tra cui i main sponsor Conad, Spinel Caffè, San Pellegrino, Casta srl – alle numerose realtà territoriali, che da sempre sostengono questo progetto, fino a ogni singolo appassionato del Festival.______

 

PER INFO E PRENOTAZIONI:

internationalartscompany@gmail.com – ph. +39 328 2426875

 

NOTE & APPROFONDIMENTI

Gli artisti del Festival

Mo SALVATORE CORDELLA

Il tenore Salvatore Cordella, nato a Copertino (Le), si è diplomato in flauto al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e ha seguito, parallelamente, gli studi di canto risultando una delle voci più promettenti della sua generazione. Ha debuttato al Festival della Valle d’Itria nel 2000, proseguendo la collaborazione negli anni successivi. All’inizio della carriera ha cantato nei teatri di Osimo, Imperia, La Spezia, Savona, Lecce, Lucca, Novara, Mantova, Sassari, Bergamo, Ravenna Livorno, Pisa, iniziando poi a esibirsi per le principali istituzioni musicali del mondo: La Fenice di Venezia, Festival di Salisburgo, Konzertgebouw di Amsterdam, Opèra Bastille di Parigi, Petruzzelli di Bari, San Carlo di Napoli, Carlo Felice di Genova, Opèra di Marsiglia, Regio di Torino, Festival Verdi di Parma, Teatro dell’Opera di Mannheim e Wisbaden, Scala di Milano, Tesla Arena di Praga, Opera Theater di Seoul, Teatro Imperiale “Bunka Kai Kan Hall” di Tokyo, Metropolitan Opera di New York.

Il suo repertorio spazia da belcanto alle avanguardie contemporanee, tra cui l’apprezzata interpretazione dei personaggi Donizettiani (Nemorino ne “L’Elisir d’Amore”, Edgardo in “Lucia di Lammermoor”, Gennaro in “Lucrezia Borgia” e Roberto Conte di Leicester nella “Maria Stuarda”), passando per G. Verdi (“Falstaff”, “Rigoletto”, “La Traviata”, “Il Corsaro”), G. Puccini (“Madama Butterfly”, “Gianni Schicchi” con le oltre quaranta recite per l’applaudito Rodolfo ne “La Bohème”), fino al pluripremiato “Assassinio nella Cattedrale” di I. Pizzetti (Diapason d’or e Diamond d’or).

È ideatore e direttore artistico dell’“International Arts Festival” di Copertino (Lecce), che si avvale della collaborazione di artisti di fama internazionale tra cui Peppe Vessicchio e Pino Perris e fondatore dell’Accademia di canto lirico Germogli D’Arte.

Ha recentemente debuttato al Metropolitan Opera di New York come Roberto conte di Leicester nella “Maria Stuarda” di G. Donizetti con Joyce DiDonato e, diretto da Maurizio Benini, come Alfredo ne “La Traviata” di G. Verdi con Diana Damrau e Placido Domingo, e come Nemorino ne “L’ Elisir d’Amore” con Anna Netrebko (world broadcasting).

 

Mo PEPPE VESSICCHIO

Musicista, arrangiatore, direttore d’orchestra e personaggio televisivo italiano. È noto al grande pubblico per le sue presenze come direttore d’orchestra al “Festival di Sanremo” e come insegnante di musica e direttore d’orchestra nel programma televisivo di Maria De Filippi, “Amici”.

È socio dell’Associazione Trenta Ore per la Vita.

Come autore di canzoni ha scritto “Ti lascio una canzone” di Gino Paoli e “Sogno” di Andrea Bocelli; è stato curatore musicale di varie trasmissioni televisive, arrangiatore in dischi di Roberto Vecchioni, Andrea Bocelli, Elio e le Storie Tese, Syria, Zucchero, Lorella Cuccarini, Avion Travel, Ron, Biagio Antonacci, Ornella Vanoni, Fred Bongusto, i Baraonna, Tom Jobim, Ivana Spagna, Max Gazzè. È inoltre autore degli arrangiamenti e direttore dell’orchestra sinfonica composta da 40 elementi che ha suonato nelle canzoni del cd “La nostra canzone” della cantante Spagna e ha vinto 2 Festival di Sanremo da direttore d’orchestra (nel 2010 dirigendo la canzone “Per tutte le volte che” di Valerio Scanu e nel 2011 dirigendo la canzone “Chiamami ancora amore” di Roberto Vecchioni).

Ha diretto l’orchestra che ha suonato in onore di John Lennon.

Ha, inoltre, diretto al Teatro Smeraldo di Milano “Mario Biondi and Duke Orkestra”, serata da cui è stato registrato il cd “I love you more, Live”.

Ha diretto l’orchestra “Il Sesto Armonico” nel concerto per i 20 anni dell’Associazione Trenta Ore per la Vita di cui è tra i soci fondatori. Sempre in favore di Trenta Ore per la Vita, Vessicchio partecipa alla crociera solidale nel Mediterraneo dal 30 marzo al 6 aprile 2014.

 

Sesto Armonico

Tra gli strumentisti che compongono l’ensemble:

1° Violino Gennaro Desiderio, 2° Violino Zita Mucsi, Viola Nico Ciricugno, Cello Zsuzsanna Krasznai, Contrabasso Roberto Gambioli, Oboe Enzo Campagnoli, Fisarmonica Antonio Loderini.

 

Pino Perris – musicista, arrangiatore e personaggio televisivo italiano.

Noto al grande pubblico come pianista del Maurizio Costanzo Show e come insegnante di musica nel programma televisivo di Maria De Filippi, Amici.

 

Maurizio Pica – chitarrista, arrangiatore, personaggio televisivo. Ha partecipato a diversi programmi televisivi: “Amici” di Maria De Filippi, il “Ballo delle debuttanti”, “Io canto” ed “Io canto Xmas”, dirigendo artisti internazionali come Boublè, Foster, Fabian. Ha diretto e registrato a Londra presso l’Air Studios. Nel 2011 ha diretto al Radio City Hall di New York il concerto live di Gigi D’Alessio, con ospiti internazionali quali: Anastasia, Liza Minelli, Manhattan Transfer.

 

Sergio La Stella -Direttore d’orchestra e pianista italiano. Debutto come direttore d’orchestra nel

1994 dirigendo l’opera Manon Lescaut presso il Teatro dell’Opera di Roma. Ha debuttato in campo

internazionale dirigendo La Traviata e Aida presso il Teatro Kirov a San Pietroburgo. Ha collaborato con Katia Ricciarelli e Placido Domingo con cui ha condiviso il palcoscenico in “Fedora”.

 

Rosangela Giurgola- Regista. Diplomata presso l’Accademia dell’opera di Verona, è stata assistente alla regia presso il Teatro alla Scala di Milano per l’opera Die Fledermaus di Strauss e presso l’Arena di Verona per la Madama Butterfly con la regia di Franco Zeffirelli. Numerose le sue collaborazioni come assistente alla regia e come regista in Italia e all’estero. A 24 anni ha firmato la regia di Cavalleria Rusticana presso il Teatro Argentina di Roma. È periodicamente musicologa ospite a Radio Vaticana. Collabora con l’Accademia Germogli d’Arte come regista e insegnante di arte scenica.

 

Davide Santacolomba. Pianista italiano, nato a Palermo, si accosta allo studio del pianoforte soltanto a 14 anni, 5 anni più tardi la scoperta dei suoi problemi uditivi. Si diploma col massimo dei voti e la lode. Lodato dal pubblico e dalla critica per la “rarissima sensibilità musicale delle sue interpretazioni ed il suo carisma”, Davide si impone a/l’attenzione popolare in seguito alle numerose presenze nel mondo della televisione de/l’informazione.

Nel 2015 viene scoperto da “Le lene”, giornalisti dell’omonimo programma italiano, che gli dedicano un servizio sulla sua storia, poiché unico caso italiano. In seguito, numerose sono le interviste che rilascia per testate giornalistiche e programmi televisivi noti come TGl di Rai 1, Il Fatto quotidiano, La Repubblica, Libero Quotidiano, Rai Parlamento di Rai 2, TV2000, RSI e fanpage. it. Nel 2017, sotto la guida di Anna Kravtchenko, consegue il Master of Art in Music Pedagogy con il massimo dei voti presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano.

L’incontro con Anna Kravtchenko è stato fondamentale per la sua crescita artistica, arricchita inoltre da diverse masterc/ass di illustri maestri quali: Giuseppe Andaloro, Roberto Plano e Irina Plotnikova (Mosca). La sua carriera si apre anche sulla scena internazionale quando vince per 2 volte le audizioni del Festival di Varsavia “Beats Of Coch/ea” dedicato ai musicisti sordi, il terzo premio al famoso Talent Show di Mediaset su Canale 5 “Tu Si Que Va/es” ed il secondo premio al concorso internazionale “Unheard Notes Piano Para Committee” di New York per pianisti disabili che lo vede impegnato in futuro al concerto dei vincitori a Tokio. Suona diffusamente in Italia, Svizzera, Austria, Polonia e USA esibendosi in prestigiosi teatri e Festival come l’Auditorium Paganini di Parma, il Teatro Giovanni da Udine, l’Haus der Musik di lnnsbruck, il Teatro Verdi di Bolzano, i Teatri Politeama e Massimo di Palermo, Engelman Hall of New York Univeristy, la Sinfonia Varsavia Hall e la Chopin University Hall di Varsavia.

 

Vincenzo Rana. Vincenzo Rana, si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari sotto la guida del M° Giuseppe Domenico Binetti.

Ha studiato successivamente con Rodolfo Caporali, Pierluigi Camicia e Aldo Ciccolini nel corso triennale presso l’Accademia Internazionale “L. Perosi” di Biella.

Finalista al Concorso di Musica Moderna “Cata ed Ernesto Monti” di Trieste, 3° premio al Concorso “Schumann-Young Chang”, finalista con diploma di merito allo “Speranza” di Taranto, 3° classificato al “Premio Rendano” di Roma, 2° premio al Concorso “E. Porrino” di Cagliari, è stato anche semifinalista al Concorso Internazionale di Ginevra (CIEM) nel 1991 e unico italiano semifinalista al Concorso Internazionale “Maria Canals” di Barcellona nel 1993.

Da più di un ventennio ha accostato all’ attività solistica fino a diventarne preponderante, quella di “collaboratore al pianoforte” e “direttore musicale di palcoscenico” per diversi Teatri di tradizione e Festival: Teatro Petruzzelli di Bari (con le sue storiche tournée in Egitto (Il Cairo) con “Aida” e in Francia (Lille) con “Madama Butterfly”), Teatro V. Emanuele di Messina, Teatro Verdi di S. Severo, Teatro Cilea di Reggio Calabria, Politeama Greco di Lecce, Festival della Valle d’Itria di Martina Franca (Ta), Opera Giocosa di Savona, Wexford Opera Festival in Irlanda.

Insegna Lettura della Partitura presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce.______

 

I numeri del Festival

Oltre 50 eventi in diversi comuni del territorio (Copertino, Lecce, Galatina, Cutrofiano, Tuglie, Veglie, Guagnano, Nardò, Gallipoli) tutti prodotti dall’Associazione International Arts Company.

7 anteprime mondiali (Stabat Mater di Pergolesi -plugged version-, Unione per l’anima, Lettere da Napoli, etc.).

Oltre 15.000 spettatori, con una crescita costante di anno in anno.

Sponsorizzazioni e finanziamenti per circa 180mila Euro (95% da sponsor privati).

Oltre 160 artisti coinvolti nelle 7 edizioni, di cui 4 insigniti del premio “Germogli d’arte” e 4 del “Premio Internazionale delle Arti”.

Patrocinio di oltre 10 istituzioni tra le quali il Ministero dei Beni Culturali.

Collaborazioni stabili con altri Festival del territorio (Festival Nazionale del libro di Tuglie, Premio Calandra, Scratch Animation Film Festival).

Oltre 60 aziende e professionisti coinvolti, a vario titolo, nell’organizzazione e fornitura di servizi e prodotti.______

 

L’Accademia dei Germogli d’Arte

Nata nel 2011 dalla volontà di creare nel Salento un centro dedicato allo studio, al perfezionamento tecnico e alla crescita artistica e personale di giovani cantanti lirici, suggerendo un nuovo metodo di studio operante con il fine del completamento della persona e dell’artista, lasciando “germogliare” il talento e l’arte insiti in ciascun allievo.

Il progetto formativo, finalizzato al raggiungimento del benessere psico-fisico dei cantanti e al superamento di blocchi tecnici e fisici nell’esecuzione del canto, attraverso l’applicazione della Teoria degli elementi , si avvale oltre alla docenza della tecnica vocale e del canto del M° Cordella , della collaborazione con i Maestri Vincenzo Rana e Sergio La Stella per lo studio del repertorio, con i pianisti collaboratori Svetlana Rynkova e Antonio Manni per lo studio musicale dello spartito, con la regista Rosangela Giurgola per le classi di arte scenica, recitazione e training attoriale, con la sociologa Flavia Pulli e i medici omeopati dott. Carlo Licci e dott.ssa Roberta Adami per l’apprendimento delle nozioni di medicina naturale finalizzate alla cura e alla conoscenza della propria persona, nella gestione dello stress che scaturisce dall’esercizio della professione di cantante lirico.______

 

La spiritualità e la solidarietà

Grande attenzione è dedicata oltreché alla formazione più squisitamente tecnica anche alla definizione di veri e propri percorsi umani e di ricerca della propria armonia interiore e spirituale.

Significativa è in questo senso la scelta dei luoghi dell’Accademia:

Complesso conventuale di Santa Maria della Grottella: un luogo di intensa carica spirituale e, soprattutto, di forte concentrazione in cui gli allievi ed i maestri vivono, fianco a fianco, un’intensa esperienza formativa e, prima di tutto, umana.

Oasi Tabor, oasi immersa in un bellissimo parco a pochissima distanza dal meraviglioso mare di Santa Caterina con al suo interno lo splendido palazzo Vescovile del ‘700.

La continua sperimentazione e la forte convinzione dell’importante ruolo della musica nel raggiungimento dell’armonia ha spinto l’associazione ad intraprendere un nuovo cammino: introdurre il linguaggio musicale come terapia per quei bambini che vivono un disagio fisico, psichico e sociale.

 

È nata così una collaborazione tra l’Accademia e l’Associazione Italiana Persone Down e l’onlus Icaro di Maglie che, all’interno del progetto La Casa del Sorriso, consente ai ragazzi poco fortunati di entrare in contatto con la musica attraverso sedute formative specifiche.______

 

Il programma

Domenica 16 GIUGNO 2019 – ore 20.45

OASI TABOR – Nardò (Loc. Cenate)

“ACCADEMIA IN FESTIVAL”

Concerto conclusivo

Allievi dell’Accademia Germogli d’Arte del M° Salvatore Cordella.

Piano: M° Vincenzo Rana, Svetlana Rynkova, Antonio Manni

Regia: Rosangela Giurgola

Ingresso gratuito

 

 

Mercoledì 19 GIUGNO 2019 – ore 20.45

TEATRO ITALIA – Gallipoli (Le)

“ARIE, CANTI E TERRE”

INTERPRETI: Soprano: Giacinta Nicotra, Miriam Cicotti

Tenore: Giuseppe Tommaso, Paride Cataldo

Attore: Andrea Rizzoli

Ensemble: I Solisti del Sesto Armonico

Arrangiamenti e Direzione: M° Peppe Vessicchio

Ingresso € 15,00

Ridotto € 10,00

 

 

Domenica 23 GIUGNO 2019 – ore 20.45

CHIESA DI SANTA CHIARA – ex convento delle Clarisse – Copertino (Le)

“NOTE DI SPERANZA”

Pianista: Davide Santacolomba

Ingresso gratuito – Posti limitati – preferibile la prenotazione

 

 

Mercoledì 26 GIUGNO 2019 – ore 20.00

OASI TABOR – Nardò (Loc. Cenate)

“TRANSLATIONAL MUSIC”

Progetto di integrazione tra Biologia e Musica a 432Hz.

Conferenza

Relatori: dott. Emiliano Toso (biologo cellulare e musicista compositore a 432Hz); dott. Carlo Angelo Licci (Naturopata – Omeopata) e il Dott. Giuseppe Memmi (psicologo – musicoterapista).

Concerto:

Piano: Emiliano Toso

Violoncello: Lorena Borsetti

Ingresso gratuito – Posti limitati – preferibile la prenotazione

 

 

Sabato 29 GIUGNO 2019 – ore 20.45

Santuario S. Maria della Grottella (Giardino del Vescovo) Coperino

“TRANSATLANTIC”

Voce: Emanuela Loffredo, Raffaella Misiti, Franco Castiglia, Alexia

Soprano: Daria Masiero

Tenore: Salvatore Cordella

Attori: Carla Guido – Ivan Raganato

Ensemble del Festival Internazionale delle Arti

Arrangiamenti e Direzione: Maestri Pino Perris e Maurizio Pica

Regista: Rosangela Giurgola

Ingresso € 15,00

Ridotto € 10,00

 

 

Domenica 7 LUGLIO 2019 – ore 20.45

Santuario S. Maria della Grottella – (Giardino del Vescovo) Copertino

GRAN GALÀ “SOGNO IN ARTE”

Interpreti: Allievi dell’Accademia Germogli d’Arte

Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES

Direttore: M° Sergio La Stella

Coro lirico Germogli d’Arte – Direttore: M° Emanuela di Pietro

Premio Germogli d’Arte al Soprano Miriam Cicotti

Premio Internazionale delle Arti: M° Nico Ciricugno (Viola)

Con la partecipazione straordinaria del M° Gennaro Desiderio (Violino)

Ingresso € 20,00

Ridotto € 15,00

 

Allievi dell’Accademia Germogli d’Arte del M° Salvatore Cordella.

Piano: M° Vincenzo Rana, Svetlana Rynkova, Antonio Manni

Regia: Rosangela Giurgola

Ingresso gratuito

 

 

Mercoledì 19 GIUGNO 2019 – ore 20.45

TEATRO ITALIA – Gallipoli (Le)

“ARIE, CANTI E TERRE”

INTERPRETI: Soprano: Giacinta Nicotra, Miriam Cicotti

Tenore: Giuseppe Tommaso, Paride Cataldo

Attore: Andrea Rizzoli

Ensemble: I Solisti del Sesto Armonico

Arrangiamenti e Direzione: M° Peppe Vessicchio

Ingresso € 15,00

Ridotto € 10,00

 

 

Domenica 23 GIUGNO 2019 – ore 20.45

CHIESA DI SANTA CHIARA – ex convento delle Clarisse – Copertino (Le)

“NOTE DI SPERANZA”

Pianista: Davide Santacolomba

Ingresso gratuito – Posti limitati – preferibile la prenotazione

 

 

Mercoledì 26 GIUGNO 2019 – ore 20.30

OASI TABOR – Nardò (Loc. Cenate)

“TRANSLATIONAL MUSIC”

Progetto di integrazione tra Biologia e Musica a 432Hz.

Conferenza

Relatori: dott. Emiliano Toso (biologo cellulare e musicista compositore a 432Hz); dott. Carlo Angelo Licci (Naturopata – Omeopata) e il Dott. Giuseppe Memmi (psicologo – musicoterapista).

Concerto:

Piano: Emiliano Toso

Violoncello: Lorena Borsetti

Ingresso gratuito – Posti limitati – preferibile la prenotazione

 

 

Sabato 29 GIUGNO 2019 – ore 20.45

Santuario S. Maria della Grottella (Giardino del Vescovo) Coperino

“TRANSATLANTIC”

Voce: Emanuela Loffredo, Raffaella Misiti, Franco Castiglia, Alexia

Soprano: Daria Masiero

Tenore: Salvatore Cordella

Attori: Carla Guido – Ivan Raganato

Ensemble del Festival Internazionale delle Arti

Arrangiamenti e Direzione: Maestri Pino Perris e Maurizio Pica

Regista: Rosangela Giurgola

Ingresso € 15,00

Ridotto € 10,00

 

 

Domenica 7 LUGLIO 2019 – ore 20.45

Santuario S. Maria della Grottella – (Giardino del Vescovo) Copertino

GRAN GALÀ “SOGNO IN ARTE”

Interpreti: Allievi dell’Accademia Germogli d’Arte

Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES

Direttore: M° Sergio La Stella

Coro lirico Germogli d’Arte – Direttore: M° Emanuela di Pietro

Premio Germogli d’Arte al Soprano Miriam Cicotti

Premio Internazionale delle Arti: M° Nico Ciricugno (Viola)

Con la partecipazione straordinaria del M° Gennaro Desiderio (Violino)

Ingresso € 20,00

Ridotto € 15,00

 

Category: Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento

banner ad
banner ad