I NUOVI SCHIAVI

| 27 luglio 2019 | 0 Comments

(e.l.)_______Nuova operazione contro lo sfruttamento degli immigrati extracomunitari, spesso costretti da individui senza scrupoli a condizioni di lavoro disumane.

Un imprenditore agricolo, Marcello Corvo, 59 anni,  di Nardò, incensurato, è stato arrestato, e si trova ora ai domiciliari. Il suo ‘caporale’ che gli reclutava la manodopera, denunciato a piede libero.

Secondo gli inquirenti, a parte la mancanza di ogni tipo di assistenza, hanno fatto lavorare nove braccianti, sette tunisini e due algerini, per più di un mese di fila, tutti i giorni, domeniche comprese, dieci ore al giorno, pagandoli a cottimo, un euro  a quintale di angurie raccolte.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad