banner ad

INCENDIO ALLA COLACEM DI GALATINA

| 17 agosto 2019 | 1 Comment

(e.l.)_______Questa mattina si è sviluppato un incendio all’interno dello stabilimento Colacem di Galatina (nelle foto), che produce cemento, già da tempo al centro di polemiche sull’inquinamento in zona.

Le fiamme sono divampate per alcune ore  intorno ad un nastro trasportatore della fabbrica e, prima di essere domate grazie al tempestivo ed efficace intervento dei Vigili del Fuoco, hanno  provocato una densa nube di fumo nero, a lungo visibile anche da Soleto.

I sindaci hanno chiesto e ottenuto l’intervento dei tecnici dell’ Agenzia Regionale per l’Ambiente, per monitorare la qualità dell’aria dopo quanto successo, temendo la presenza di sostanze pericolose.

In un comunicato stampa diffuso nel pomeriggio, l’azienda sostiene che si è trattato di un incendio “limitato al solo nastro trasportatore all’interno del deposito di calcare” e comunica che “lo stabilimento era fermo da ben otto giorni e nelle prossime ore saranno ricercati i motivi all’origine, considerando che il nastro era totalmente inattivo”.

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Movimento Regione Salento - tramite mail ha detto:

    “Adesso basta! Pretendiamo chiarezza sull’incendio divampato al cementificio Colacem; apprendiamo dagli organi di stampa che lo stabilimento era chiuso da otto giorni e che anche il nastro interessato dall’incendio non era attivo, a tal proposito chiediamo che siano rese note quanto prima le cause, vogliamo i dati ufficiali di quello che è accaduto e pretendiamo che siano prese le giuste precauzioni in modo che fenomeni così pericolosi per la salute di tutti i cittadini non si verifichino più.

    Se la natura dell’incendio dovesse essere dolosa speriamo che i colpevoli siano presto consegnati alla giustizia. Ciò detto saremo vigili e attenti su tutte le dinamiche che scaturiranno da questo fatto così grave, siamo veramente stanchi che la qualità dell’aria e la nostra salute debbano essere avvelenate da fattori che devono essere tenuti sotto controllo e monitorati e da situazioni che possono essere evitate”.
    Il Coordinatore cittadino Roberto Cucco e il direttivo del Movimento Regione Salento di Sogliano Cavour.

Lascia un commento

banner ad
banner ad