banner ad

LA POLEMICA / L’ULTIMO SEGRETARIO DEL FU PARTITO COMUNISTA ITALIANO OGGI TEME IL POPOLO

| 7 settembre 2019 | 0 Comments
mv_______Achille Occhetto, ultimo segretario nazionale di quello che fu il Partito Comunista Italiano, che egli trasformò in PDS, poi divenuto PD, ha dichiarato su La7, nella trasmissione condotta da Luca Telese  e David Parenzo, vado a memoria: di essere spaventato dalla sottocultura del popolo; che il popolo non deve votare perché non è competente; che il popolo, abbandonato se stesso, è capace di barbarie e che dunque va guidato, dai partiti, dai sindacati, e concetti simili.
Ecco questa sarebbe la Democrazia per i comunisti. La classe degli illuminati, ossia loro, che guidano il popolo che è incapace di decidere chi debba governarlo.
E sin qui tutto sommato nulla di strano, appartiene al dna del comunismo, non dimentichiamo che la loro ideologia prevedeva la dittatura del proletariato che poi avrebbe condotto l’emancipazione e all’anarchia, ossia alla capacita del popolo di auto gestirsi.
Peccato che la storia ci detto che il comunismo in qualsiasi parte del modo si è realizzato non è mai andato oltre alla peggiore delle  dittature.
La cosa che stupisce è che in questo Paese di ipocriti, dove tutti si dicono tutti democratici e dove tutti sostengono che la sovranità appartiene al POPOLO, nessuno sia insorto.
Possibile che nessuno abbia regito alle dichiarazione di colui che è passato alla storia come conduttore “della gioiosa macchina da guerra”?

Category: Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad