banner ad

METTI UNA MATTINA DA SUPERSTAR, ALLA TABACCHERIA SOTTO I PORTICI DI PIAZZA INDIPENDENZA A SANTA ROSA

| 2 novembre 2019 | 1 Comment

di Giuseppe Puppo______

I sogni sono importanti, anche se rimangono illusioni, anche quando fai un passo avanti, dovresti essere più vicino al raggiungimento della meta, invece no, ti accorgi che si è spostata in avanti anch’essa, e devi ricominciare daccapo. Ma proprio a questo comunque i sogni e le illusioni servono: a farti andare avanti.

A volte invece, quando lo desideri, se chiudi gli occhi e ci vuoi credere ad occhi aperti, e non basta desiderarlo, bisogna desiderarlo ardentemente, i sogni si realizzano.

Questa mattina ho realizzato un mio piccolo, piccolissimo, ma per me significativo, sogno personale.

Ho visto la fantasia cominciare a diventare realtà, e già lo so che la realtà ha più fantasia di me.

Ringrazio gli attori della Compagnia Scena Muta, almeno quelli di loro coinvolti nelle situazioni di questo tipo, che si sono gentilmente prestati e sono venuti qui questa mattina, e ringrazio il signor Francesco Rizzo, titolare della tabaccheria di piazza Indipendenza 16, sotto i Portici a Santa Rosa, che ci ha gentilmente accolto.

Così abbiamo mischiato la verità con la finzione, a tal punto che non si capiva più dove finisse l’una, e cominciasse l’altra.

Francesco, quello vero, ha stretto la mano all’attore Giuseppe Pino Imbriani, il Francesco finto (nella foto di copertina) il personaggio del tabaccaio di Superstar, “un musical tutto leccese”, che dà il via alla vicenda.

Già, infatti, un sabato mattina di ordinaria e bonaria e anzi benevola confusione, qui tutto era come sarà là sulla scena del Teatro Apollo il 7 dicembre al debutto in anteprima nazionale.

Comincia tutto da qui, dalla tabaccheria sotto i Portici di Santa Rosa, la vicenda teatrale, pure la musica, la colonna sonora originale di Nandu Popu dei Sud Sound System, con il leitmotiv, che poi continueranno entrambe negli studi di Telerama, per le strade intorno all’Università e al liceo Palmieri, e in un bar, che sarà il crocevia, ombelico del mondo della storia, insieme a tutti gli altri personaggi e interpreti, insieme alle altre quattro o cinque canzoni che canterà Nando in persona e certo da par suo, o farà cantare agli altri protagonisti, e ballare pure, agli attori stessi, ancora non le ho sentite neanche io, non so bene, ma sicuramente il Maestro Ivan Raganato disporrà al meglio con la sua regia, di cui già alle prime e parziali prove ho visto la mano sapiente e creativa.

 

Comincia qui perché l’attrice Giulia Giuggiola Spedicato, chiamata ad un altro ruolo teatrale davvero impegnativo, perché ‘stavolta poliedrico, per la sua già lusinghiera carriera artistica, alias Matilda, apprende da Francesco una notizia per lei sconvolgente: ci sarà presto un Talent , un concorso per volti nuovi, di livello internazionale con base proprio qui a Lecce…

 

Roba da sognare ad occhi aperti e chiusi, insomma…E Matilda corre a dirlo alle sue amiche…

 

Agli altri clienti che ogni mattina affollano, trepidi, sapidi, divertiti e divertenti, la tabaccheria, la notizia non interessa affatto: si nutrono essi di  un altro tipo di sogni…

Come Gino, già questa mattina con la voce e il volto dell’attore Luca Trevisi.

 

Come la Signora 1, già questa mattina con la voce e il volto  dell’attrice Patrizia Guido: “E’ il quinto anno che mi esibisco in vari spettacoli teatrali con Scena Muta e la mia vita è in evoluzione … Questa volta sarò una signora che con la sua espressività, vivacità e verbalità risalta come giocatrice accanita.

Sono contenta di esserci, nel musical c’è il desiderio, che è anche il mio, di recuperare la cultura popolare, ma tante sono le figure sociali coinvolte e gli attori rispecchiano fedelmente la cultura dei vari personaggi attraverso una dialettica che risalta le contraddizioni proprie del vivere quotidiano”.

 

Come la Signora 2, già questa mattina con la voce e il volto dell’attrice Ilaria Nestola: “Ringrazio il Maestro Ivan Raganato, dal quale sto imparando molto, per avermi dato fiducia e avermi affidato questo ruolo. E’ capace di cogliere ogni minima sfumatura del copione, di cucirti addosso ogni battuta come un vestito fatto su misura. Sono felice di esserci. Io così  il mio  sogno lo sto già vivendo…”.

 

 

E insomma, così abbiamo già cominciato…L’ avventura continua, meta il prestigioso palcoscenico del Teatro Apollo la sera del 7 dicembre. Comincia un sabato mattina di sogni ad occhi aperti e chiusi nella tabaccheria sotto i Portici di Santa Rosa, continua negli studi di Telerama, per le strade intorno all’Università e al liceo Palmieri, e nel bar ombelico del mondo…Ma soprattutto io spero continui nei cuori di tutti quelli che verranno a vederci a teatro, e là rimanga.______

 

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    Ecco i punti – vendita dei biglietti per lo spettacolo “Superstar Il Musical”. Posto unico, a 12 euro. – sabato 7 dicembre 2019, sipario ore 21.00 – LECCE, Teatro Apollo

    – Tabacco Shop piazza Sant’Oronzo 36 (accanto alla BNL) – Lecce

    – Bar I LIBERTINI via Trinchese angolo via Libertini (alle spalle del Teatro Apollo) – Lecce

    – Tabaccheria piazza Indipendenza 16 (sotto i portici di Santa Rosa) – Lecce

    – Cartoplanet piazza Indipendenza 7 (sotto i portici di Santa Rosa) – Lecce

    – Scena Muta via Bologna 46 – Copertino

    Per altre prenotazioni e tutte le informazioni si può telefonare al numero
    327 3773846 o scrivere alla mail info@leccecronaca.it ______

Lascia un commento

banner ad
banner ad