banner ad

UN CONCORSO SOSPETTO NELLA SANITA’ LECCESE

| 3 dicembre 2019 | 2 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia alla Regione Puglia ci manda il seguente comunicato______

L a Sanitaservice Lecce – società in house della locale Asl, che gestisce i servizi di pulizia, cura del verde, trasporti, portierato e cup – ha appena bandito un avviso di selezione per l’assunzione a tempo indeterminato di 159 operatori. A pochi mesi dalle elezioni regionali della primavera del prossimo anno, e con un disegno di legge di riforma del Sistema dell’Emergenza-Urgenza fortemente voluto dal Governatore Emiliano – che poi ha cambiato idea, dopo due anni di lavoro praticamente buttati via -, e da mesi quindi vanamente in attesa di essere discusso in consiglio regionale.
I concorsi in piena campagna elettorale alimentano sempre sospetti e ‘tentazioni’ di strumentalizzazione dei bisogni e delle aspettative dei partecipanti, promesse, clientele, e una recente inchiesta della Procura di Foggia ha fatto emergere uno spaccato poco edificante proprio sul rapporto malato tra politica e sanità.

Per questo vigileremo perché le procedure concorsuali vengano svolte in piena trasparenza e correttezza, nell’interesse dei tanti aspiranti a un futuro finalmente libero dalla precarietà. Invitandoli a resistere alle sirene del malcostume, puntando esclusivamente sulla preparazione, sulla professionalità e sul merito, nell’interesse loro e della collettività. E alla denuncia di situazioni eticamente e penalmente lontane dal rispetto di regole e leggi.

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Cristian Casili, M5S - tramite mail ha detto:

    Siamo a fine legislatura, alla vigilia di una campagna elettorale che si preannuncia incandescente, e per magia iniziano a fioccare concorsi e avvisi pubblici per la selezione di personale, come nel caso di Sanitaservice Lecce pronta ad assumere 159 operatori a tempo indeterminato.
    Sappiamo che si tratta di assunzioni già previste, ma il tempismo e la rapidità con cui si vuole procedere richiedono la massima attenzione.

    Dal canto nostro vigileremo affinché tutte le procedure concorsuali siano perfette, a garanzia di tutti i partecipanti. Purtroppo il pericolo di clientelismo, promesse e false aspettative in questa fase è veramente molto alto, e visti gli scandali per voto di scambio e promesse elettorali di questi anni manterremo alta la guardia.
    Noi siamo anni luce distanti da questo modo di fare politica che per anni ha illuso tanti giovani che vivono il dramma della precarietà e mancanza di lavoro. A loro occorre garantire il rispetto delle singole professionalità e della meritocrazia.
    Chiediamo pertanto che vengano denunciate con forza eventuali anomalie che dovessero emergere da qui alla data delle selezioni.

  2. Cristian Casili, M5S - tramite mail ha detto:

    Il consigliere del M5S Cristian Casili ha presentato una richiesta di audizione urgente del direttore della Asl di Lecce Rodolfo Rollo e l’amministratore unico della Sanitaservice di Lecce, Luigino Sergio nelle commissioni congiunte III e VI sull’avviso di selezione per l’assunzione di 159 unità a tempo indeterminato indetta dalla Sanitaservice di Lecce.

    “Non appena appresa la notizia – spiega Casili – avevamo annunciato massima attenzione sulla procedura concorsuale a garanzia di tutti i partecipanti e leggendo il bando abbiamo più di qualche perplessità sulla valutazione dei titoli. La selezione infatti è per lo svolgimento di attività di pulizia, ausiliariato, portineria, verde, traslochi. Vogliamo capire allora quali siano le motivazioni per le quali sono previsti ben 11 punti per chi è in possesso della abilitazione all’esercizio delle professioni e di altri titoli accademici come scuole di specializzazione post lauream, dottorato di ricerca, corsi di alta formazione universitaria, master universitari di primo e secondo livello. Ci chiediamo il perché di un bando così singolare e che appare ‘sbilanciato’. Riteniamo ovviamente giusto attribuire un punteggio maggiore a chi ha titoli accademici, ma in questo modo si penalizza eccessivamente chi non li ha e comunque potrebbe svolgere le attività richieste essendo in possesso dei requisiti previsti dall’avviso. Vista la celerità con cui – incalza il pentastellato – si è deciso di procedere con queste assunzioni, chiediamo che l’audizione sia calendarizzata prima possibile e di ricevere copia del business plan 2017-2019. Vigileremo perché tutto venga svolto con la massima trasparenza e garanzia per tutti”.

Lascia un commento

banner ad
banner ad