banner ad

IL NATALE DEI COMMERCIANTI DI PIAZZA LIBERTINI

| 7 dicembre 2019 | 2 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il consigliere comunale della lista civica ‘Congedo sindaco’ ci manda il seguente comunicato______

Altro che “Natale spettacolare” per i poveri commercianti di Piazza Libertini!

Ancora una volta questa amministrazione del “finto cambiamento” è molto brava nel lanciare spot pubblicitari “Un Natale spettacolare” per poi porre in essere scelte politiche scellerate che mettono in ginocchio gli operatori economici della nostra città.

La cosa più sgradevole è la mancanza di coraggio nell’assumersi la paternità di tale scelte politiche, dettate dall’improvvisazione e della mancanza di programmazione, scaricando le colpe su inesistenti posizioni della soprintendenza (i cui pareri risultano poi essere in direzione opposta rispetto alla posizione assunta dall’Amministrazione).

Il mio auspicio è che l’Amministrazione comunale si renda conto dell’errore commesso e faccia un passo indietro consentendo ai commercianti di Piazza Libertini di poter lavorare nel periodo natalizio utilizzando le pagodine in pvc per poter garantire anche a loro e alle loro famiglie, in questo periodo di profonda crisi, non dico un “Natale spettacolare” ma almeno un Natale sereno!

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Andrea Guido, Fratelli d'Italia - tramite mail ha detto:

    Piazza Libertini, la scorrettezza e la povertà intellettuale dell’Amministrazione Comunale di Lecce ha lasciato 40 famiglie senza alcuna possibilità di guadagno per il Natale.
    Questo per me è il sunto di una vicenda triste e squallida che non potrà essere dimenticata facilmente.
    Nascondersi dietro a inesistenti atti della Sovrintendenza, che oggi invece ufficialmente esprime la sua posizione favorevole in merito al mercato e all’uso dei gazebo, senza avere il coraggio di assumersi le responsabilità di una propria scelta, è un comportamento imperdonabile.
    La lettura, poi, del post Facebook del Sindaco diramato questa mattina a difesa delle sue posizioni mi ha davvero fatto salire il sangue al cervello. Avrei apprezzato se lui avesse chiesto scusa pubblicamente per questa grande presa in giro istituzionale, ma ciò non è avvenuto. Non resta che prendere atto di un comportamento ingiustificabile. Un sindaco non può mentire ai suoi concittadini, non è accettabile.
    Io ero presente a tutte le commissioni consiliari in cui si è discusso della questione “gazebo e PVC”, e in queste sedi l’Assessore alle attività produttive ha sempre richiamato un presunto parere contrario del Sovrintendente.
    Ma si può andare ben più a ritroso, e per capire da quanto dura questa bugia si potrebbe rileggere un po’ di rassegna stampa del 2018.

  2. Andrea Guido, Fratelli d'Italia - tramite mail ha detto:

    “Agli operatori di Piazza Libertini – ha fatto sapere ieri il Sindaco attraverso gli organi di stampa – è stata ribadita la disponibilità ad autorizzare il mercatino con allestimenti in legno fino al 6 gennaio. Se avessero condiviso il percorso loro indicato, come è stato per i loro colleghi di Piazza Mazzini, oggi sarebbero stati autorizzati a svolgere la loro attività per l’intero periodo natalizio”.

    Le strutture utilizzate in Piazza Mazzini sono in legno, è vero, ma il rivestimento è in PVC bianco.
    In termini di immagine e decoro, quindi, la situazione è esattamente quella prospettata nella richiesta avanzata dai commercianti di Piazza Libertini, che oggi sappiamo avere anche il placet della Sovrintendenza.
    Ma, mentre ai commercianti di Piazza Mazzini è consentito il PVC, agli altri, invece, no.
    Quindi, gli operatori di Piazza Libertini sono stati presi in giro 2 volte da questa Amministrazione Comunale e dal Sindaco Salvemini: la prima quando gli è stato detto che il divieto di utilizzo del PVC era un’indicazione tassativa dalla Sovrintendenza, la seconda, oggi, nel momento in cui constatiamo che le casette utilizzate in Piazza Mazzini, benché in legno, siano completamente rivestite in PVC bianco.
    Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un atteggiamento più che bipolare.

Lascia un commento

banner ad
banner ad