banner ad

LA POESIA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

| 24 febbraio 2020 | 1 Comment

di Donato Di Poce______

Se solo pensassi di aver scritto una poesia perfetta

Smetterei di scrivere all’istante.

La verità è che siamo tutti imperfetti

La poesia vera è sempre imperfetta

Un virus che infetta persino i cretini.

La sua quarantena si chiama silenzio

Perché il silenzio rispetta la parola

La nutre e se ne prende cura.

Dopo la quarantena di silenzio

La parola splende più di prima

Più viva che mai scavalca barriere e protezioni

Scorre sui treni e sulle ali del vento.

Qualcuno vorrebbe sigillare i confini

Ma la parola è senza limiti e senza confini

Di giorno scava silenzi e di notte vola sui tetti

E cresce lieta nel cuore dei poeti imperfetti. 

 

Milano, 24/02/2020______

Donato Di Poce (nella foto) nasce a Sora nel 1958. Poeta, critico d’ arte, scrittore di aforismi e fotografo, vive e lavora a Milano. Fra i suoi libri, nel 2013 la raccolta poetica”Labirinto d’ amore”, Lietocolle editore e, per iQdB edizioni, inaugurando la collana “Z”, diretta da Nicola Vacca, dell’editore Stefano Donno, “Lampi di verità”.

L’ultimo è “Atalier d’artista”, I Quaderni del Bardo Edizioni, Lecce, 2020, raccolta di poesie dedicate ad artisti contemporanei.

Category: Cultura

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Donato Di Poce ha detto:

    Grazie per l’ospitalità…

Lascia un commento

banner ad
banner ad