L’AMORE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

| 28 febbraio 2020 | 0 Comments

di Donato Di Poce______

E’ bastato un rigo di febbre

Per dirci addio senza nemmeno guardarci

Senza toglierci le maschere inutili

Mi sarebbe bastato almeno uno sternuto d’addio

Ma ora solo nella zona rossa

Sconto la mia quarantena d’amore

Nessuno ci vuole più

Ora che i”cinesi” siamo noi

Ora che soli assistiamo impotenti alle nostre ferite

L’anima fa male e la poesia

E’ un virus più forte del disamore.

Milano, 28/02/2020______

Donato Di Poce (nella foto) nasce a Sora nel 1958. Poeta, critico d’ arte, scrittore di aforismi e fotografo, vive e lavora a Milano. Fra i suoi libri, nel 2013 la raccolta poetica”Labirinto d’ amore”, Lietocolle editore e, per iQdB edizioni, inaugurando la collana “Z”, diretta da Nicola Vacca, dell’editore Stefano Donno, “Lampi di verità”.

L’ultimo è “Atalier d’artista”, I Quaderni del Bardo Edizioni, Lecce, 2020, raccolta di poesie dedicate ad artisti contemporanei.

Appena cinque giorni fa, aveva regalato a leccecronaca.it un altro inedito scritto sull’attualità, che nel frattempo ha già avuto cinquemila lettori, e tante attestazioni di stima.

LA POESIA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Category: Cultura

Lascia un commento