AGGIORNAMENTO DI QUESTA SERA DALLA SEDE DELLA PROTEZIONE CIVILE EMERGENZA CORONAVIRUS. ALTRE NOTIZIE DALLA REGIONE PUGLIA E DAL COMUNE DI LECCE

| 18 Marzo 2020 | 0 Comments

Mav______Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 28.710 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 35.713 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 12.266 in Lombardia, 3.915 in Emilia-Romagna, 2.953 in Veneto, 2.187 in Piemonte, 1.476 nelle Marche, 1.291 in Toscana, 744 in Liguria, 650 nel Lazio, 423 in Campania, 416 in Friuli Venezia Giulia, 436 nella Provincia autonoma di Trento, 366 nella Provincia autonoma di Bolzano, 362 in Puglia, 267 in Sicilia, 249 in Abruzzo, 241 in Umbria, 162 in Valle d’Aosta, 132 in Sardegna, 126 in Calabria, 21 in Molise e 27 in Basilicata.

Sono 4.025 le persone guarite. I deceduti sono 2.978, solo oggi 475 in più di ieri, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

 

Fin dall’inizio dell’emergenza epidemiologica del virus COVID-19 lo slancio solidale è stato molto forte e partecipato.

Per questo motivo – come  previsto nell’ambito del Decreto Legge “Cura Italia” – il Dipartimento della Protezione Civile ha aperto un conto corrente bancario dedicato.

Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico sia dall’Italia sia dall’Estero usando le seguenti coordinate bancarie:

Banca Intesa Sanpaolo Spa
Filiale di Via del Corso, 226 – Roma
IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387
BIC: BCITITMM

 

A livello regionale invece attenzioniamo alcune notizie odierne.

Le aziende della grande distribuzione del Mezzogiorno hanno deciso la chiusura domenicale dei propri punti vendita. Pertanto riferisce una nota – domenica 22 e 29 marzo, tutti i supermercati a gestione diretta delle rispettive reti resteranno chiusi. “La decisione, presa di comune accordo dalle principali aziende della Grande Distribuzione del Mezzogiorno – è detto – è finalizzata a consentire il giusto riposo ai lavoratori dei supermercati, messi a dura prova in un momento di grande emergenza, a garantire adeguati livelli di servizio alla clientela e tutelare tutelare i lavoratori, contribuendo alla riduzione dei contatti sociali.

 

 

Per fare fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19, l’Istituto Superiore di Sanità ha modificato le modalità della raccolta differenziata dei rifiuti, sia per tutelare i lavoratori del settore sia per prevenire il contagio.
Sulla base delle indicazioni dell’ISS e della nota AGER – Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti dello scorso 17 marzo, in questo periodo di emergenza sanitaria chi è in isolamento domiciliare, in particolare, necessita di nuove regole.

I cittadini risultati positivi al tampone o in quarantena obbligatoria devono interrompere la raccolta differenziata. Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo) devono essere conferiti nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata, inclusi fazzoletti, mascherine, guanti e salviette monouso. Di seguito alcune indicazioni per un adeguato e più sicuro conferimento dei rifiuti: utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (l’uno posizionato all’interno dell’altro) per contenere la frazione indifferenziata da porre possibilmente in un contenitore a pedale; chiudere bene i sacchetti – facendo attenzione a non comprimerli – indossando guanti monouso e utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo; una volta chiusi i sacchetti, i guanti utilizzati devono essere conferiti in nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (ripetiamo che occorre utilizzare due o tre sacchetti resistenti, posizionati l’uno nell’altro); infine, lavare accuratamente le mani. Occorre tenere i rifiuti lontani dagli animali domestici da compagnia.

Seguendo queste indicazioni, i rifiuti eventualmente contaminati, finiscono negli impianti di smaltimento dove vengono distrutti.

Tutti gli altri cittadini possono procedere con la normale raccolta differenziata, ricordando di conferire nell’indifferenziata mascherine, guanti e, in caso di raffreddore, anche i fazzoletti di carta. In tutti i casi, per i rifiuti indifferenziati, è preferibile utilizzare due o tre sacchetti all’interno dell’abituale contenitore domestico, chiudere bene il sacchetto e smaltirlo normalmente. Lavare subito dopo le mani.

Per ulteriori informazioni o dubbi tutti i cittadini possono contattare il personale dell’Ufficio Ambiente al numero 0832/682583 oppure inviare una email all’indirizzo sportello.ambiente@comune.lecce.it.______

AGGIORNAMENTO delle ore 19.40

Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini poco fa ha comunicato che “nel nostro Comune al momento abbiamo 16 persone che risultano positivi Coronavirus, di cui solo 2 ricoverati, mentre gli altri sono in terapia domiciliare costantemente seguiti dai sanitari. Abbiamo inoltre 46 concittadini sottoposti a quarantena”.

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento