SI ALZA LA FEBBRE POLITICA, PERICOLOSAMENTE. CONTE ATTACCA MELONI E SALVINI, CHE REPLICANO A MUSO DURO: ‘LE MENZOGNE LE DICI TU, SEI COME KIM JONG-UN’

| 10 Aprile 2020 | 0 Comments

(g.p.)______Scende la curva dell’ epidemia (ne abbiamo riferito a parte, come facciamo quotidianamente con i dati della Protezione Civile), anche se il cammino è ancora lungo e difficile. E comunque misure di chiusura confermate ed estese fino al 3 maggio, la prossima settimana riapriranno solo librerie, cartolerie e lavanderie.

Sale la polemica politica, anzi diventa incandescente, dopo la conferenza stampa di questa sera del presidente del consiglio, trasmessa a reti unificate. Conferenza stampa si fa per dire, ovviamente, perché non ci sono state domande, non c’è stato alcun contraddittorio

Abbiamo cercato di capire la sostanza della questione, Mes o non Mes, Eurobond o non Eurobond, nell’articolo immediatamente precedente, per quanto possibile, ma in onestà intellettuale.

Dobbiamo ora però dare conto delle feroce polemica politica che sta dilagando in questi minuti fra agenzia di stampa e, soprattutto i  social, con tantissimi post e commenti letteralmente scatenati da entrambi i fronti.

Giuseppe Conte ha attaccato frontalmente Matteo Salvini e Giorgia Meloni, che hanno risposto con altrettanta durezza.

Vediamo.

IL PASSAGGIO SPECIFICO DELLE DICHIARAZIONI DI GIUSEPPE CONTE CHE HA INNESCATO LA POLEMICA:

“Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre: guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza.

Sul fondo per la ripartenza non abbiamo ancora una regolamentazione concreta, parliamo di affermazioni di principio. Dobbiamo ancora lavorare in questa direzione ma per la prima volta lo abbiamo messo nero su bianco e gli altri Paesi hanno dovuto convenire sulla necessità di lavorare adesso per questo strumento, perché sia immediatamente applicabile. Abbiamo bisogno di voi, di tutti i cittadini italiani. Le falsità, le menzogne ci fanno male, perché ci indeboliscono nella trattativa. La lotta per gli eurobond, la farò al Consiglio dell’Ue. Non firmerò nulla senza strumenti adeguati alla sfida al coronavirus”.

 

LA REAZIONE DI MATTEO SALVINI:

“USARE la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da REGIME, roba da Unione Sovietica.
Perché non hanno bloccato il MES?

Dov’è la cassa integrazione promessa? Quando arrivano davvero i soldi? Che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà? Cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette? Perché non aiutano davvero partite IVA e autonomi? Quando arriveranno i soldi promessi alle imprese? Sempre #colpadisalvini???
Altro che “collaborazione”, che delusione signor Conte”.

 

LA REAZIONE DI GIORGIA MELONI:

“Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte indice una conferenza stampa pochi minuti prima dell’edizione più vista dei tg, trasmessa in diretta sulla prima rete del servizio pubblico, per accusare l’opposizione di dire menzogne, senza possibilità di replica e senza contraddittorio. Credo non si sia mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia, e la dice lunga sulla tracotanza di questo governo. Mi aspetto che la RAI mi dia possibilità di replica alla stessa ora, con lo stesso tempo e con la stessa visibilità.
Il Presidente della Repubblica Mattarella non ha nulla da dire su questi metodi degni di un regime totalitario?

Nel 2012 io non votai il Mes, in aperto dissenso col mio partito dell’epoca. Anche per questo rinunciai a una rielezione sicura e me ne andai per fondare Fratelli d’Italia. Quanti grillini avranno lo stesso coraggio oggi, se porteremo la questione in Aula?
Vediamo se per una volta manterranno la parola data agli italiani, o se la rimangeranno ancora una volta (come per l’alleanza col Pd) per tenersi la poltrona”.______

L’APPROFONDIMENTO nel nostro articolo immediatamente precedente

LA CONFERENZA STAMPA DI QUESTA SERA: IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIUSEPPE CONTE FERMO SUGLI EUROBOND, MA SIAMO ANCORA ALLE AFFERMAZIONI DI PRINCIPIO

 

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento