TRE CONDANNE PER LE AGGRESSIONI DI MANDURIA

| 29 maggio 2020 | 0 Comments

(e.l.)______E’ arrivato a sentenza, in primo grado, in poco più di un anno, al Tribunale di Taranto (nella foto) il  processo per la morte di Cosimo Antonio Stano, 66 anni, di Manduria. Tre giovani, maggiorenni, Gregorio La Musta, Antonio Spadavecchia e Vincenzo Mazza, sono stati condannati rispettivamente a dieci anni di reclusione, i primi due, e a otto anni e otto mesi il terzo, per aver partecipato a ripetute aggressioni ai danni dell’anziano.

In sede di dibattimento, è caduto l’aggravante della sopraggiunta morte della vittima, per l’ ulcera gastrica perforante che portò al decesso del pensionato: secondo i periti di parte, le aggressioni ne sarebbero state una concausa.

Inoltre imputati assolti dall’accusa di sequestro di persona.

Il pm aveva chiesto venti anni.

I tre sono attualmente ai domiciliari.

Per i tredici minorenni coinvolti, era già stato concesso il beneficio della messa alla prova ai servizi sociali, con susseguente sospensione del procedimento giudiziario. ______

LA RICERCA nel nostro ultimo articolo sulla vicenda, del 26 giugno 2019, contenente in coda i link di tutti gli altri

ARANCIA MECCANICA A MANDURIA, NOVE ARRESTI

Category: Cronaca

Lascia un commento