“Accendi il tuo futuro” CON L’UNISALENTO

| 31 luglio 2020 | 0 Comments

AL VIA LE ISCRIZIONI: ECCO TUTTE LE NOVITÀ DELL’OFFERTA FORMATIVA UNISALENTO 2020/2021

(Rdl)______

Tre nuovi corsi di laurea, prove di accesso on line per tutti i corsi di laurea, accesso con test non selettivo per un più ampio numero di corsi, mentoring didattico per le matricole, primo semestre con didattica parallela in presenza e a distanza, “no tax area” innalzata a 25mila euro. Rafforzati i servizi online di supporto alle procedure di immatricolazione

Il video messaggio del Magnifico Rettore Fabio Pollice

https://youtu.be/NLrbmefNTNQ

 

“Accendi il tuo futuro” è l’invito che l’Università del Salento lancia ai suoi futuri studenti, alle famiglie, al territorio salentino prima di tutto – ma non solo – aprendo ufficialmente le iscrizioni al nuovo anno accademico 2020/2021. Sul portale

http://studenti.unisalento.it

completamente online, le procedure per l’accesso ai 30 corsi di laurea, 32 corsi di laurea magistrale e due corsi di laurea a ciclo unico erogati dal prossimo settembre.

L’offerta formativa dell’Ateneo comprende anche 12 master post laurea (tre di primo livello e nove di secondo livello), e i corsi delle Scuole di specializzazione in Beni archeologici e per le Professioni legali.

Le novità dell’offerta formativa

Tre nuovi corsi di laurea, abolizione del numero programmato per sette corsi di studio, prove di accesso on line per tutti i corsi di laurea, specifiche attività di mentoring didattico per le matricole dei corsi di laurea triennale, didattica parallela in presenza e a distanza per gli insegnamenti del primo semestre, “no tax area” innalzata a 25mila euro di Isee (rispetto alla previsione normativa, che la fissa a 20mila). Queste le principali novità dell’offerta formativa per l’Anno Accademico 2020/2021.

«Sono scelte che mirano a coniugare la qualità dell’offerta formativa con la volontà di rispondere alle richieste che ci vengono dagli studenti salentini e dalle loro famiglie, in un momento di gravi difficoltà per il nostro territorio e per l’intero Paese» ha sottolineato il Rettore Fabio Pollice«Richieste di arricchire la nostra offerta formativa e di aumentare le possibilità di accedervi eliminando, ove possibile, lo sbarramento dei test selettivi e ampliando la platea di aventi diritto all’iscrizione gratuita. Ecco il perché dell’innalzamento a 25mila euro di Isee della “no tax area” e il passaggio, per molti corsi di laurea, dal numero programmato ai test valutativi. Particolare attenzione sarà inoltre riservata alle matricole, destinatarie dal prossimo settembre di attività specifiche di mentoring didattico anche al di là dell’orario delle lezioni.

Per tutti gli studenti, infine, sono allo studio le migliori soluzioni per garantire nel primo semestre una didattica mista, in presenza e a distanza, anche valorizzando i risultati di una serie di incontri che si sono tenuti un queste settimane con i docenti e gli studenti dei vari Dipartimenti, finalizzati a migliorare gli standard formativi della didattica a distanza, partendo dall’esperienza comunque molto positiva del secondo semestre 2019/2020. In proposito, il nostro Ateneo adotterà un “protocollo” che consentirà di garantire una “DAD” efficace dal punto di vista formativo, che si aggiungerà appunto alla didattica in presenza da sempre caratterizzata da elevati standard qualitativi».

 

«Il nostro Ateneo ha da anni una politica particolarmente attenta al diritto allo studio» – ha aggiunto il Direttore generale Donato De Benedetto – «e in questa direzione ha agito, ieri, il Consiglio di Amministrazione, portando dai 20mila euro della previsione normativa post-Covid a 25mila euro la soglia di Isee utile per l’iscrizione gratuita delle “matricole” e di tutti gli studenti universitari. Un’iniziativa che punta a venire incontro alle mutate esigenze delle famiglie dopo la grave crisi economica di questi mesi, e a offrire ai giovani l’opportunità concreta di costruirsi un avvenire migliore. Il carico contributivo è stato comunque ridotto per l’intera durata degli studi con un sistema premiale per gli studenti meritevoli, indipendentemente dall’Isee».

 

Nuovi corsi e corsi ad accesso libero

I nuovi corsi di laurea attivati sono i triennali “Diritto e Management dello Sport” (L-14) e “Ingegneria biomedica” (L-9) e il corso di laurea magistrale in “Progettazione e gestione dei sistemi produttivi audiovisivi e performativi” (LM-65), che rilascerà un titolo congiunto con l’Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna. Per l’accesso a questi corsi occorrerà effettuare un test non selettivo, che mirerà unicamente ad accertare eventuali lacune da recuperare con apposite attività formative organizzate dai Dipartimenti interessati.
Accesso con test non selettivo anche per i corsi di laurea sino all’Anno Accademico 2019/2020 a numero programmato in “Lingue Culture e Letterature Straniere” (L-11), “Viticoltura ed Enologia” (L-25), “Economia aziendale” (L-18), “Management digitale” (L-18), “Economia e finanza” (L-33) e “Manager del Turismo” (L-15).

 

Corsi a numero programmato

Resta il numero programmato per i corsi di laurea in “Scienze Motorie” (L-22, 180 posti), “Biotecnologie” (L-2, 120 posti, con un incremento di 10 posti rispetto allo scorso anno), “Scienze Biologiche” (L-13, 200 posti), “Scienza e Tecniche Psicologiche” (L-24, 250 posti), “Scienze e Tecniche della Mediazione linguistica” (L-12, 150 posti), “Scienze della Formazione Primaria” (LM-85 bis, a programmazione nazionale, posti assegnati: 78). Per questi corsi, un’importante novità riguarda le modalità di accesso. “Biotecnologie”, “Scienze Biologiche”, “Scienze Motorie” e “Scienza e Tecniche Psicologiche” utilizzeranno il sistema online del Tolc@Casa – Test OnLine CISIA, già utilizzato a UniSalento per i test valutativi dei corsi del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione. «Si tratta di un nuovo modo di far svolgere il test di accesso» – ha spiegato il Delegato all’Offerta formativa Attilio Pisanò – «Un sistema sempre più diffuso a livello nazionale, che ci consente di confrontarci sistematicamente con altre realtà universitarie simili alla nostra».

 

Tra orientamento e innovazioni tecnologiche

In tempi di emergenza Covid-19, con il coordinamento e la collaborazione dei Delegati all’Orientamento in entrata e in Uscita Amedeo Maizza e alle Tecnologie digitali Luigi Patrono, UniSalento ha dato una decisa spinta alle innovazioni tecnologiche per supportare le attività di orientamento, che non hanno potuto svolgersi in presenza come in passato.

Sono state circa 10mila le presenze virtuali registrate ai numerosi incontri di orientamento organizzati dall’Ateneo tra maggio e giugno con il coinvolgimento di 290 scuole superiori delle province di Lecce, Brindisi, Taranto, Bari e Matera: webinar sui vari corsi di laurea, ma anche incontri delle scuole superiori direttamente con il Rettore Fabio Pollice, che ha voluto personalmente illustrare l’offerta formativa e i numerosi servizi offerti dall’Ateneo agli studenti.

Sul canale YouTube UniSalento la playlist con le video-presentazioni dei vari corsi di laurea, all’indirizzo

https://www.youtube.com/playlist?list=PLQN0Q-K1FkmRFU8jqRm-okUbOtL1AIZpb

 

Ma non solo. È stato attivato un servizio di “Segreteria Online”, grazie al quale dal lunedì al venerdì è possibile interagire con le segreterie studenti (in modo sincrono e asincrono) attraverso un servizio di chat disponibile anche per i futuri studenti, e a settembre verrà avviato il nuovo servizio “Colloquio con Presidente di Corso di Laurea”, per consentire appunto agli studenti di prenotare colloqui diretti con i Presidenti dei corsi d’interesse.
È allo studio, infine, una nuova app di orientamento con la quale sarà possibile consultare agevolmente l’offerta formativa UniSalento, i principali eventi promossi, dettagli sulle sedi e sui servizi e tanto altro con pochi click.

 

«È entusiasmante poter lavorare per i futuri studenti del nostro Ateneo, giovani abituati a utilizzare le tecnologie digitali e a proprio agio con il loro linguaggio» ha detto il Delegato all’Orientamento in entrata e in uscita, Amedeo Maizza – «L’interesse per i nostri corsi è stato alto anche da parte delle famiglie, per le quali in questo delicato momento la vicinanza dell’Ateneo rappresenta un punto di forza e un’opportunità in più. Forte anche la collaborazione delle scuole superiori, con le quali da tempo UniSalento ha stabilito una proficua collaborazione che mira al successo formativo degli studenti e a migliori prospettive per il loro ingresso nel mondo del lavoro».

 

«Queste iniziative fanno parte di un lavoro più complesso che ha visto, tra l’altro, il miglioramento del portale d’Ateneo sulla base delle osservazioni degli studenti, la progettazione dei nuovi portali di Dipartimento, l’implementazione di un portale “Alumni” attraverso il quale sarà possibile rimanere in contatto con l’Ateneo anche dopo la laurea, oltre che numerose attività di formazione per i docenti e il personale sulla didattica a distanza» – ha aggiunto Luigi Patrono, Delegato alle Tecnologie digitali – «Si tratta di un investimento nato dalle nuove esigenze nate con l’emergenza, ma che diviene patrimonio stabile della nostra Università».

 

Tags:

Category: Cronaca, Cultura

Lascia un commento