SALUTI E BACI DAL LUPACCHIOTTO GIOCHERELLONE DEGLI ALIMINI, DAL CENTRO SPECIALIZZATO SULL’APPENNINO BOLOGNESE: “Sto bene, mi diverto. Io presto tornerò libero. Voi umani rispettate sempre la Natura” – video

| 6 Agosto 2020 | 0 Comments

(Rdl)______Ricordate il ‘lupo cattivo’, che “terrorizzava” i turisti nella zona degli Alimini, ma che in realtà era un giocherellone, in cerca di socializzazione?

Era stato catturato (nella foto di tre settimane fa)  e portato in un centro specializzato, per un periodo di adattamento, con la promessa che presto, al termine del soggiorno di cura e studio, sarà riammesso in Natura.

Bene, questa mattina il presidente dell’associazione Sportello dei Diritti Giovanni D’Agata ha diffuso una nota ed un video, che ci hanno fatto piacere e che riportiamo integralmente______

 

La presenza di lupi nel Salento ha conosciuto fama nazionale quando recentemente un esemplare ha iniziato a far scorribande nei pressi di “Alimini” località balneare nel comune di Otranto.

Il “lupo di mare” per la sua stravagante abitudine di frequentare la spiaggia spingendosi fino alla battigia, soprannominato Hydro e noto a tutti a causa di alcuni incontri ravvicinati con l’uomo che avevano causato qualche preoccupazione, era stato deciso di catturarlo e trasferirlo in un posto sicuro.

Oggi, dopo la cattura le cui immagini avevano fatto il giro dei media nazionali, e lo spostamento nel Centro Tutela Fauna del Monte Adone nell’Appennino Tosco- Emiliano abbiamo la prova che il lupo sta bene e che è in buone condizioni come risulta dal video nel quale si vede che è a contatto con un altro esemplare.

Tutto è bene ciò che finisce bene, ma ci auguriamo comunque che per il futuro non sarà più necessaria nessuna cattura e che i lupi potranno continuare a stazionare nelle aree boschive del Salento con il solo monitoraggio degli esperti è lontano il più possibile dai contatti con uomini.

A noi il dovere di evitare al massimo i rapporti tattili o visivi con queste specie che hanno natura selvatica e che meritano il massimo rispetto. Sono loro l’attestazione vivente che la natura può riprendere i suoi spazi se viene tutelata e, per l’appunto, rispettata.

VIDEO

______

LA RICERCA nel nostro articolo del 15 luglio scorso

IL LUPACCHIOTTO DEGLI ALIMINI VA A BOLOGNA

Category: Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento