MODA / MODE – LA SCAPPATELLA ESTIVA

| 14 Agosto 2020 | 0 Comments

di Elena Vada______

In questo mondo, dove alcuni si prendono libertà, senza meriti, autorizzazioni o licenze, la cosiddetta “scappatella estiva” forse è permessa o tollerata. Forse di moda. Comunque, non fa più notizia né scalpore.

L’amica Rita suppone che il marito abbia una tresca con la badante della ricca zia centenaria.
La signorina è giovane, avvenente, dolce e paziente. Bionda.

Rita, invece, bruna e nervosetta.
Ha trovato un capello platino, sulla canottiera del marito e questo ha suscitato i sospetti.

 

“… Non è un capello ma un crine di cavallo, uscito dal paltò…” (Edoardo Vianello 1961)… le canticchiamo sommessamente.

– Appunto – dice lei – che c’entra il paltò, era in pantaloncini, canotta…

– … calzini bianchi, corti e sandalo francescano. Ma chi vuoi che se lo “fili” Beppe, con la pancia, come un cocomero, che fuoriesce dalla cinta, e la pelata lucida?

 

– Mio marito, a settant’anni, è ancora attraente. Domenica ha accompagnato, zietta e badante, alla casa al mare. È tornato solo oggi, tutto abbronzato, bello e felice…

 

– “AAAbbronzatissima/o … com’è bello sognare… “(E. Vianello 1963) rintuzziamo sornione, per distoglierla dall’idea di tradimento.

 

– Ritornerà là, sabato, perché dice che fa meno caldo, tra un tuffo e una nuotata. Soprattutto le notti sono fresche.

 

– Ma vai anche tu, ora che non ci sono nella vettura, quelle cianfrusaglie che tua zia si porta sempre appresso. Datti un po’ da fare… “… Con le pinne FUCILE ed occhiali..” (E. Vianello 1962)

 

– Non posso proprio, il mare mi rende nervosa…

 

– Perché qui sei tranquilla?  Non ci sembra.
A proposito, quando esci, fammi il favore di abbassare la testa.
Le tue “protuberanze” mi rovinano gli stipiti.

 

 

Category: Cronaca, Cultura

Lascia un commento