A MIGGIANO UN CONVEGNO SU SPORT E DISABILITA’

| 29 settembre 2020 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo______

Sport e disabilità. Prima giornata paralimpica miggianese.

La Convenzione per i diritti delle persone con disabilità, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni unite nel 2006, nasce con la volontà di «promuovere, proteggere e assicurare il pieno ed eguale godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità, e promuovere il rispetto per la loro inerente dignità».

Sulla base di tale nobile proposito, il movimento civico “Miggiano tutta” e la sezione locale della UILDM (Union italiana lotta alla distrofia muscolare) hanno organizzato il 27 settembre scorso, presso il teatro comunale di Miggiano, la Prima giornata paralimpica miggianese, manifestazione dedicata al binomio sport e disabilità.

Dopo una dimostrazione pubblica di tennistavolo e bocce per diversamente abili, svoltasi nell’area antistante il teatro, l’evento si è poi concluso con una tavola rotonda dedicata all’argomento, moderata dalla dott.ssa Ilaria Lia.

Dopo i saluti istituzionali dell’avv. Michele Sperti, Sindaco del Comune di Miggiano, che ha voluto ribadire la vicinanza dell’amministrazione verso le fasce più deboli, hanno aperto i lavori gli interventi dei signori Luigi Lisi, presidente di “Miggiano tutta”, che ha ricordato come il movimento civico da lui presieduto sia nato con il preciso intento di aiutare le persone in difficoltà, e Francesco Martella, presidente della UILDM Miggiano, che ha ribadito l’importanza della pratica sportiva e ha voluto ringraziare personalmente tutti gli ospiti della serata e quanti si sono prodigati per la realizzazione dell’evento.

Si sono poi susseguiti gli interventi di don Stefano De Paola, parroco di Miggiano, della professoressa Katia Occhilupo, presidente provinciale della Federazione Ginnastica d’Italia, del professor Pasquale Solda, consigliere regionale della Federazione italiana tennistavolo, di Anna Grazia Turco, straordinaria atleta e presidente dell’Associazione Utopia Sport di Vernole, della dottoressa Alessandra Valente, presidente dell’associazione “AccadeMe” di Miggiano, di Fernando Calzolaro, presidente del Comitato regionale della Federazione italiana bocce, di Gianpiero Turco, presidente provinciale della Federazione italiana Tennistavolo, e di Andrea Cozza, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica “Lupus 2014” di San Cesario di Lecce.

I diversi interventi degli ospiti, che hanno declinato il tema della disabilità sotto molteplici aspetti, attingendo alla propria esperienza personale, hanno avuto come trait d’union l’invito finale a fare del binomio sport e disabilità una sfida da lanciare contro l’emarginazione, in grado di abbattere le barriere fisiche e mentali della nostra società: d’altronde, la lotta per la rivendicazione dei diritti individuali, troppo spesso negati, può far leva favorevolmente sui valori più puri e positivi dello sport, attraverso i quali è possibile vincere il disinteresse sociale e la paura della diversità, che sono tra le cause profonde di tante ingiustizie.

Lo sport può divenire così il protagonista di questa sfida all’inclusività, dal momento che consente di abbattere la prima di queste barriere, la sfiducia in sé stessi: gli esempi offerti in questo senso da Anna Grazia Turco e Andrea Cozza segnano senza dubbio la strada maestra da cui partire.

Il Direttivo del Movimento civico “Miggiano tutta”

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo, Sport

Lascia un commento