BRESCIA-LECCE 3-0, AMARO RITORNO A CASA PER CORINI

| 16 ottobre 2020 | 0 Comments

di Mattia Ala______

Nell’anticipo della terza giornata del campionato di Serie B, il Lecce cade sul campo del Brescia. Allo stadio Mario Rigamonti (nella foto) finisce 3-0. Dunque amaro ritorno a casa per il tecnico giallorosso Eugenio Corini, il quale disegna la sua squadra con il consueto 4-3-3, lanciando lo svedese  Bjorkengreen in mediana, mentre il tridente offensivo è composto da Falco, Stepinski e Listkowski. Dall’altro lato, il nuovo mister del Brescia Diego Lopez  manda sul rettangolo verde una formazione speculare. Ripercorriamo ora  sinteticamente i tratti salienti del match:

Primo Tempo.  Pronti, via e subito al primo affondo  i padroni di casa passano a condurre con Ndoj, bravo a superare la retroguardia giallorossa e a trafiggere Gabriel da due passi. Brescia apparso tonico e in buona forma, con gli avversari, decimati dagli infortuni in mezzo e in ritardo di condizione, che fanno fatica ad imbastire un’azione pericolosa, vedendosi pochissimo dalle parti di Joronen. La prima frazione di gioco si conclude 1-0.

Secondo Tempo. Nel secondo tempo la squadra di Corini, ispirata dalla verve di Pippo Falco,  prova ad impensierire le “Rondinelle”, trovando anche il gol del pari con Meccariello, poi annullato, ma il copione non cambia. Al minuto 67 Ndoj sfruttando una dormita difensiva in uscita dei pugliesi, firma la sua doppietta personale. Nel finale arriva anche il tris di Ayè.

Gara sottotono della squadra giallorossa, che a parte la marcatura annullata ingiustamente, si dimostra poca roba al cospetto di un Brescia in ottima forma, rivitalizzato da Lopez. Tanto lavoro da fare per i ragazzi  per Eugenio Corini, ancora un cantiere aperto e in netta fase di costruzione, che ora avranno un’occasione di pronto riscatto mercoledì 21 contro la Cremonese.

Category: Sport

Lascia un commento