SANREMO 71 / AMADEUS E FIORELLO COME LE GEMELLE KESSLER…I COMMENTI SULLA SECONDA SERATA, PERSONAGGI E INTERPRETI. CON UN PO’ DI GOSSIP

| 4 marzo 2021 | 0 Comments
di Elena Vada______

Festival dei fiori… ma i fiori non ci sono, come non c’e e non ci sarà il pubblico. Le poltrone rosse sono, tristemente, vuote. Difficile situazione per gli artisti in gara, ma, soprattutto, per i conduttori.

Ho ricevuto alcuni rimproveri, per il crudo commento, sulla prima serata. È stato fatto “a caldo”, con un po’ di stanchezza nella penna (ore 01,30) e tante esibizioni ascoltate.
Comunque, dobbiamo tenere, ben presente che la musica che viene proposta, in questa annuale manifestazione canora, prescinde da stili, generi, mode. È la canzone italiana, per il Festival.
“Perché Sanremo è  sempre Sanremo!”
Stasera i BIG, destano molta aspettativa, in quanto, saliranno sul palco alcuni “mostri sacri”, della storia canora italiana. Alcuni in gara, altri no.
Mi collego per voi, con Antonella Vada (mia cugina) in diretta da Sanremo:
-“Elena, ho fatto su e giù per corso Matteotti (dove sta il teatro Ariston) un sacco di volte. Ma i divi, sono blindati. Credo di aver intravisto Arisa, … sai che sta in un appartamento…”
 – Glielo hai affittato tu? –
– Non posso parlare…
– Vabbè, ho capito, ma Ibra???
– Sta in un lussuosissimo Yacht, ti mando una foto… ma, da dove si tuffa, boh?!”
Aspettatevi lo scoop.
Fiorello ed Amadeus, sul palco dell’Ariston, sembrano le gemelle Kessler. (Dadaumpa 1961).
Sono, in smoking, con giacca sperluccicante, mancano solo le bellissime gambe in calzamaglia, delle ballerine tedesche.
La coppia, molto affiatata, funziona: ballano, cantano, recitano, cercano di divertire.  Fiorello è un grande showman, lo sappiamo bene. ‘Stasera, li aiuta a presentare, Elodie. Cantante piena di grinta, elegante, spontanea, convincente.
Slatan Ibrahimovic non sarà presente, per impegni sportivi, con il Milan.
Achille Lauro, invece, tenterà, di nuovo., di stupirci…
Vado in ordine di apparizione e commento in diretta.
– Orietta Berti: dopo ventinove anni di assenza, dal suo pubblico festivaliero, canta benissimo (voce in forma). Elegante signora d’altri tempi, emoziona con una bella canzone. Non proprio attuale.
– Bugo: non riesco a seguirlo bene, testo complicato. Da riascoltare.
È il momento di Laura Pausini, reduce dalla vittoria del Golden Globe, è elegantissima con mantella luccicante (strass), lunga fino ai piedi, su abito nero.
Canta il motivo vincitore: “Io, si/Seen” scritto per il film, con Sophia Loren, “La vita davanti a se”
Meravigliosa. CHE VOCE!!!
– Gaia: affascinante Italo-brasiliana. Monotona, ripetitiva. Niente di nuovo.
– Lo Stato Sociale: un bel gruppo di giovani ed una canzone alla “Celentano”. Una critica al consumismo ed alla consuetudine, dettata dal mercato.
Momento dedicato ad Ennio Morricone.
“Metti una sera a cena” è la colonna sonora, suonata in ricordo del grande maestro. Successivamente, “Il Volo” canta un pezzo da “C’era una volta il west”.
– canta la rappresentante di Lista: bella esibizione.
– Malika Ayane: un ritorno che, non delude.
Momento nostalgico, presenti:
Gigliola Cinquetti, Fausto Leali, Marcella Bella.
Che canzoni, che cantanti, che voci, che Festival
Viva la canzone italiana!
– Ermal Meta: bella canzone, davvero. Mi aspetto, successo.
– Extraliscio feat: ma questi da dove arrivano? Pazzeschi, in tutti i sensi.
Compare Gigi D’Alessio. Canta: Guaglioni
 
– Random: giovane rapper.Gradevole.
– Fulminacci: romano, con la chitarra al collo, si accompagna. Canzone banale.
– Willy Peyote: ironico fotoreporter musicale. Mi è piaciuto, per come ha raccontato, i giovani d’oggi.
Per me, è un SI’!
– Gio Evan: cantautore. Si definisce filosofo ed  artista di strada. Senz’altro lo è. Ma perché canta? Faccio fatica a seguire, questi testi lunghi e complessi, da Divina Commedia.
– Irama: non doveva partecipare per un ‘positivo’ al test-Covid, nel suo gruppo.
Si presenta, in differita, con la registrazione fatta in precedenza, nelle prove. Bella canzone.
Prima di lasciarvi e darvi appuntamento a domani, (ci promettono sorprese) commento il vestito rosso di Elodie. Vistosamente, brutto.
Buona notte.

Category: Costume e società, Cronaca, Eventi

Lascia un commento