ANTEPRIMA DI EMPOLI-LECCE, LUNEDI’ 10 ORE 14.00

| 9 maggio 2021 | 0 Comments

di Mattia Ala______

EMPOLI-LECCE, DOMANI ORE 14.00

Cala il sipario sulla regular season del Lecce.

Domani i giallorossi per l’ultima gara del campionato affrontano l’Empoli allo stadio Castellani.

Sfida questa, fra una squadra, i toscani,  che avendo già raggiunto l’obiettivo, non ha più nulla da chiedere al torneo, ed una, i salentini,  a caccia dei tre punti per arrivare terza in classifica, sempre che il Monza incappi in una sconfitta contro il Brescia,  e ottenere quindi il miglior piazzamento in ottica playoff.

CONFERENZA STAMPA DI MISTER CORINI

Il tecnico del Lecce Eugenio Corini ha così presentato in conferenza la partita contro l’Empoli: “Vogliamo fare una gara di livello per vincere e arrivare terzi. Essendo la quarta partita in 10 giorni farò delle rotazioni, considerando anche i diffidati, ma non prenderò tanti rischi. Come sta la squadra? Bisogna dare ordine alle cose, siamo certamente delusi per la mancata promozione diretta, ma l’obiettivo è sempre lì. Quanto agli indisponibili, domani non ci saranno Pettinari, Listkowski, ancora in fase di recupero, e Tachtsidis, che stamattina ha avuto un problema tendineo alla base dei flessori e il medico mi ha detto di non rischiare. Yalcin? Avrà più minutaggio rispetto al passato, ma non parte titolare…”.

 

POST DEL PRESIDENTE STICCHI DAMIANI

Intanto questa mattina il presidente giallorosso Saverio Sticchi Damiani(nella foto), tramite il proprio profilo Facebook, cerca di tenere unito l’ambiente in vista dei playoff con questo post di cui vi diamo conto:  “Siamo partiti con pochi giocatori di proprietà, con un allenatore che il giorno prima del ritiro è stato allontanato, con un gruppetto di giocatori scontenti di giocare in serie B. In pochi mesi abbiamo rafforzato la rosa, Penso anche  che sia stata una stagione in cui abbiamo costruito tanto e non capisco quei pochi che provano ad inquinare con giocatori giovani e di proprietà, investito sul settore giovanile ormai ricco di talenti provenienti da tutta Europa, acquistato mezzi e strutture. Abbiamo disputato uno dei campionati piu’ tosti di B degli ultimi anni (basti pensare che alcune squadre che l’anno scorso hanno disputato i Play off oggi giocano per non retrocedere, o che le altre due retrocesse dalla A si contendono l’ottavo ed ultimo posto nei Play off). Abbiamo sistematicamente schierato giocatori nati nel 1999, 2000, 2001. Abbiamo realizzato una rimonta incredibile ed abbiamo cullato il sogno della promozione diretta. Sarebbe stato un capolavoro, al primo anno, e dopo una partenza ad handicap. Con il var avremmo avuto 11 punti in più e 1 in meno (la gara di Pisa). Abbiamo perso con il Cittadella la partita che ci avrebbe portato in A direttamente, una partita maledetta, in cui tutto è girato male, che ancora non ci fa dormire. La serie A in anticipo rispetto alla programmazione triennale sarebbe ossigeno puro per una proprietà che, in tempo di Covid, investe risorse personali, sottratte alle famiglie di ciascun socio. Ogni anno, da quando è stato rilevato il Lecce, abbiamo chiuso il bilancio in perdita e ripianato con risorse proprie (non fondi, banche, società estere). L’unico anno in cui abbiamo chiuso il bilancio in pareggio è stato lo scorso in A (i bilanci sono pubblici), mentre in serie C ed in serie B sempre in perdita. Anche i meno informati sanno che in serie B si percepiscono contributi minimi rispetto alla massima serie. Abbiamo adesso l’opportunità di riprovarci tramite i play off che sono comunque un privilegio e non una condanna. Quante piazze più importanti della nostra farebbero qualsiasi cosa per giocarsi questa opportunità al nostro posto? Proviamoci allora, con tutte le forze e con l’energia positiva dei tanti tifosi che hanno compreso lo sforzo ed apprezzato la gestione onesta ed in buona fede di questa società. Viviamola tutti con meno pressione, perché qualsiasi sia il risultato di questa stagione, il Lecce comunque cresce ogni giorno: è sempre più organizzato, solido e pieno di talenti di proprietà. Nella speranza di abbracciarci tutti al Via del mare, spingiamo adesso in tutti i modi i nostri ragazzi, mister e staff, perché sono persone serie e lo meritano”.

 

 

COME SCENDE IN CAMPO IL LECCE?

Modulo: 4-3-1-2

PROBABILE FORMAZIONE: I salentini potrebbero scendere in campo con Maggio, Lucioni, Meccariello, anche se non è escluso l’impiego di uno fra Dermaku e Pisacane, e Gallo a comporre il pacchetto difensivo davanti all’estremo difensore Gabriel.

In mezzo, ai lati del danese Hjulmand in cabina di regia, potrebbero agire Bjorkengren e uno fra Paganini e Nikolov.

Nel reparto avanzato Mancosu sarà schierato a supporto del tandem Stepinski-Coda.

 

COME SCENDE IN CAMPO L’EMPOLI?

Modulo: 4-3-1-2

Mister Dionisi(NELLA FOTO) potrebbe mandare in campo la seguente formazione: davanti a Brignoli difesa con Fiamozzi, Casale, Viti e Terzic.

Sulla linea mediana spazio a Damiani vertice basso, con Ricci e Bandinelli mezzali, mentre in avanti Crociata agirà sulla trequarti  a supporto della coppia Moreo-Mancuso.

 

L’arbitro del match designato è il sig. Aureliano della sezione di Bologna, coadiuvato dagli assistenti Raspollini e Scatragli.

Il quarto uomo sarà, invece, Santoro di Messina.

 

La partita si disputerà domani, lunedì 10 maggio alle ore 14.00 presso lo  Castellani di Empoli (nella foto). Diretta tv esclusivamente sulla paytv Dazn.

Category: Sport

Lascia un commento