SEI LITRI DI ‘DROGA DELLO STUPRO’ ORDINATI ALL’ESTERO TRAMITE INTERNET, MA A FARE LA CONSEGNA A DOMICILIO A GALATONE INVECE DEL CORRIERE CI VANNO I POLIZIOTTI

| 2 luglio 2021 | 0 Comments

(e.l.)______Acquista all’estero su internet un notevole quantitativo – sei litri, divisi in altrettanti flaconi – di GHB/GBL, ma alla consegna ci vanno due agenti della Polizia di Stato della Questura di Lecce, che lo arrestano in flagranza di reato e, su disposizione della magistratura, lo rinchiudono nel carcere di Borgo San Nicola.

E’ successo ieri ad un giovane di 31 anni di Galatone. L’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

GHB/GBL è la sigla di una sostanza stupefacente, di stato liquido, incolore, inodore e insapore, ma dagli effetti pericolosi, contemplata nella IV tabella delle sostanze stupefacenti adottata dal Ministero della Salute italiano: il GHB (gamma-idrossibutirrato) è trasformato nell’organismo nel neurotrasmettitore  GABA, sostanza che nel cervello regola gli stati di veglia, il sonno e stimola l’ormone della crescita. Il GBL (gammabutirrolattone) e il 1,4-Butandiolo (BDO) sono precursori del GHB che nell’organismo sono trasformati in GHB..

Pochi millilitri, magari diluiti in acqua o bevande, provocano una serie di reazioni che variano da  rilassamento, disinibizione, intensificazione delle capacità percettive, e loquacità, a leggeri capogiri, sonnolenza, sonno profondo (comatoso) o perdita di coscienza.

Per questo, anche alla luce di recenti fatti di cronaca nera, è meglio conosciuta come “droga dello stupro”, perché somministrata furtivamente alle vittime.

 

L’ordinativo partito dal Salento e rivolto ad un’azienda olandese è stato intercettato dalla Polizia locale, che ha allertato i colleghi italiani. Una volta spedito, il plico sospetto è stato isolato all’aeroporto di Fiumicino e, anziché dal corriere previsto, è stato preso in carico dagli agenti leccesi, che sono andati a consegnarlo a colpo sicuro al destinatario, insieme alle manette ai polsi.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento