“…La necessità  di uscire subito fuori dal fossile, di opporsi alla costruzione d grandi opere inutili, dannose e costose”

| 8 agosto 2021 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Gli organizzatori di Climate Camp ci mandano il seguente comunicato________

Il Climate Camp di Ostuni si è concluso oggi  domenica 8 agosto alle ore 10.00  con un flash mob davanti la stazione Snam di Matagiola, tra Brindisi  e Mesagne, che ha chiuso la settimana di iniziative a Costa Merlata.

Alla stazione Snam di Matagiola è collegato già il gasdotto Tap proveniente da San Foca tramite l’interconnessione TAP/SNAM,  che è autorizzata ad accogliere un nuovo megagasdotto, Poseidon, che sbarcherà ad Otranto dove hanno già delimitato delle aree di cantiere e il Governo Draghi ha prorogato le autorizzazioni da tempo scadute.

Inoltre entro il 2028 sempre a Matagiola sarà costruito il nuovo megagasdotto SNAM Matagiola – Massafra, lungo 90 km, che collegherà TAP alla Rete Adriatica SNAM.

 

Brindisi capitale del gas per altri 40 anni, quando entro il 2030 l’Italia deve ridurre del 55% le emissioni di CO2 e l’Europa ha escluso gasdotti e depositi GNL dai finanziamenti del Recovery Fund e del Just Transition Fund. Tanto questi gasdotti li pagheremo noi utenti nelle nostre bollette, già rincarate dal primo luglio del 15%.

Il Climate Camp di Ostuni conclude così una settimana intensa di discussioni sulla necessità  di uscire subito fuori dal fossile, dei cambiamenti climatici, della necessità di opporsi al PNRR che finanzia la costruzione d grandi opere inutili, dannose e costose, di contestare Cingolani il 9 ottobre, e ilG20 di Roma il 30 ottobre.

Così come abbiamo sentito in collegamento gli organizzatori della Cop26 di Glasgow a Novembre ed abbiamo deciso di partecipare a tutte le iniziative Pre-Cop26 che si terranno , No Hub del Gas a Milano.

 

Il Climate Camp di Ostuni  ha raccolto in modo significativo nella discussione   la partecipazione della gran parte dei Movimenti italiani ed europei che si battono in questo momento in Italia, a cominciare dalla lotta NO TAV, No SNAM e tanti altri movimenti raccolti nella Campagna “Per il Clima, Fuori dal Fossile”.

Si esce quindi più uniti e più forti per il clima e per il futuro della nostra terra.

 

 

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento