CONTO BANCARIO O CARTA PREPAGATA CON IBAN? COME EFFETTUARE LA SCELTA?

| 13 ottobre 2021 | 0 Comments

La comodità di una carta per i pagamenti

Avere a disposizione un carta per i pagamenti è un’opzione della quale ormai nessuno può fare a meno. Una carta è infatti essenziale per gestire i propri risparmi, ma anche per effettuare acquisti online, per evitare di girare con un numero considerevole di contanti e con diversi altri scopi.

Molti si chiedono quale sia la scelta migliore tenendo conto delle proprie circostanze particolari.

In linea di massima, le opzioni tra le quali scegliere sono 2. Aprire un conto bancario o attivare una carta conto. In questo articolo parleremo di queste due opzioni e cercheremo di capire quale sia la soluzione migliore nel nostro caso.

Quando aprire un conto

L’apertura di un conto bancario di solito è utile per chi deve effettuare un gran numero di operazioni e si ritrova a volte a dover incassare degli assegni. Questa operazione non può infatti essere effettuata su una carta prepagata, visto che questa non è altro che contante virtuale.

L’apertura di un conto ci consente anche di cointestare quest’ultimo tra due o più persone, e questa soluzione è necessaria nel caso di una società imprenditoriale.

Avremo in oltre la possibilità di richiedere una carta di debito ed una di credito. La prima ci viene data sempre in automatico, mentre la carta di credito dovremo richiederla. La differenza è che mentre nella carta di debito le spese vengono addebitate immediatamente, non consentendo di utilizzare più denaro rispetto a quello presente sul saldo, la carta di credito prevede l’addebito posticipato al mese successivo.

Questi tipi di carte solitamente hanno dei protocolli di sicurezza più difficili da superare, grazie anche al chip che rende difficile la clonazione. Una carta di credito è inoltre utilissima per chi viaggia molto. Il noleggio dell’auto, ad esempio, può avvenire solamente a condizione di presentare una carta di credito.

Quando prendere una carta conto

Le prepagate, così come dicevamo, sono contante virtuale. Vengono utilizzate quindi essenzialmente per pagare. Gli ultimi modelli offrono ancora più servizi e si presentano come dei conti correnti a tutti gli effetti, con l’eccezione di non poter incassare assegni e cointestare la carta a più persone.

 

Stiamo parlando delle carte conto, le prepagate che sono dotate anche di un codice IBAN. Permettono pertanto di inviare e ricevere denaro anche attraverso bonifico bancario. Sempre più persone decidono di farsi accreditare la pensione o lo stipendio su una carta prepagata.

 

I vantaggi in questo caso sono legati prima di tutto ai costi di gestione. Alcune carte conto non hanno nessun costo di attivazione e nessuno di gestione. Richiedono il pagamento di una commissione per alcune operazioni.

 

Grazie ad un’app dedicata semplice ed intuitiva, si potranno controllare le operazioni e lo stato delle proprie finanze in modo facile direttamente dal proprio smartphone.

 

Chi pertanto non è solito fare molte operazioni ed è alla ricerca di un metodo semplice ed economico per gestire le proprie finanze potrebbe virare sulla scelta di una carta conto.

 

Fonte

https://www.cartetop.it/articoli/migliori-carte-prepagate-o-di-debito-con-iban-italiano-43/

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento