“Non è uno sport, è una guerra”

| 20 Ottobre 2021 | 0 Comments

CACCIATORE SBAGLIA MIRA E INVECE DI UN UCCELLO IMPALLINA UN UOMO CHE ANDAVA PER LE CAMPAGNE A RACCOGLIERE VERDURA

(e,l.)______ Nel solo mese di settembre, dal giorno di riapertura, in tutta Italia ci sono stati due  morti e nove feriti per incidenti di caccia. Per questo mese di ottobre, non abbiamo ancora i dati generali, ma solo due giorni fa c’è stata un’altra vittima, in provincia di Roma, un uomo di 43 anni impallinato al posto dell’animale cui un incauto cacciatore aveva sparato.

Oggi è successo un grave incidente nel Salento, nel primo pomeriggio, nelle campagne fra Leverano e Copertino.

Un uomo di 50 anni, di Porto Cesareo, che era andato a raccogliere verdura selvatica, è stato raggiunto in pieno volto da una scarica di fucile.

E’ ora ricoverato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce (nella foto), dove è stato operato ad un occhio.

Il feritore è un cacciatore di 65 anni, identificato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce. Gli è stata sequestrata l’arma con cui ha sparato e gli è stata sospesa la licenza._____

LA RICERCA nel nostro ultimo articolo sul tema, di due giorni fa

“Non è uno sport, è una guerra” / SEQUESTRO DISPOSITIVI

 

Category: Cronaca

Lascia un commento