LA STORIA / UNA DOMENICA MOVIMENTATA DA CENERINA

| 8 Novembre 2021 | 0 Comments

(Rdl)______La storia di Cenerina gatta randagia di Lecce (nella foto) ce la racconta in un comunicato Federica Greco, coordinatore per la Puglia del Partito Rivoluzione Animalista, la quale sottolinea come la vita di tutti gli animali debba essere tutelata, nessuno escluso: ”questo è il nostro modo di agire!”.______

 

Tutto è iniziato qualche giorno fa nel centro storico di Lecce, quando una volontaria  non ha più visto la randagia del suo quartiere che segue da un po’ di tempo. Cenerina è il suo nome, per altro gravida.

Sabato, per caso, sente uno strano miagolio da una casa , comprata da poco, ma disabitata. Cenerina è rimasta chiusa in quell’abitazione per quattro lunghi giorni senza cibo né acqua.

La domenica mattina verso le mezzogiorno, parte la prima chiamati alla Polizia Locale, sempre impegnata quando si tratta di animali, e finalmente dopo più di un’ora si decidono di richiamare la volontaria per capire il da farsi.

Passa il tempo e la gattina è ancora bloccata all’interno .

Si decide di chiamare i vigili del fuoco , che intervengono verso le 14.30.

Hanno provato in tutti i modi ad aiutare Cenerina, ma non aprono la porta, perché è proprietà privata, questa è la spiegazione che viene fornita alla ragazza. La gattina, secondo loro, doveva restare lì dentro.

La volontaria non si arrende e contatta il coordinatore regionale del Partito Rivoluzione Animalista, Federica Greco, la quale si reca sul posto. Si ricomincia da capo con le chiamate alla Polizia Locale, l’attesa, altra chiamata, suggerendo anche che in caso di urgenza si deve contattare il Pubblico Ministero di turno, per farsi autorizzare ad entrare. Proposta , inizialmente , inconcepibile, perché non è possibile scomodare un magistrato per il salvataggio di un gatto e come al solito si fa a scarica barili , ‘chi deve chiamare chi’.

Il coordinare regionale, non soddisfatta della mancanza delle messa in atto della procedura di emergenza, contatta i Carabinieri ai quali spiega per l’ennesima volta la storia . Finalmente arriva la volante dei Carabinieri.

Valutata la situazione critica, si decide di chiamare i Pubblico Ministero di turno che autorizza i Vigili del Fuoco, giunti sul posto, ad aprire la porta. Rotto il vetro, entrano e prendono finalmente Cenerina, spaventatissima. Portata fuori , accertandosi che stesse bene, viene liberata. L’odissea del salvataggio è finita verso le venti di sera.

Un grazie, ovviamente, va alle Forze dell’Ordine ed ai Vigili del fuoco che sono intervenuti prontamente e con efficienza”.

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, I nostri amici animali

Lascia un commento