ARRESTATO MARITO VIOLENTO E PADRE PADRONE

| 30 novembre 2021 | 0 Comments

(f.f.)______

Nella tarda serata di ieri, un uomo di etnia rom di 42 anni è stato arrestato in flagranza di rato a Lecce dagli agenti delle Volanti della Polizia di Stato  (nella foto), accorsi in auto della moglie, di 38 anni, anch’ella rom,  continuamente perseguitata insieme ai suoi tre figli – di cui uno minorenne – dal marito violento.

L’accusa è di atti persecutori e violazione del divieto di avvicinamento .

Anni di minacce e di maltrattamenti fisici ai danni della sola donna, nella loro abitazione nel campo nomadi Panareo, che sulla statale per Taranto, prima di Novoli, ospita la comunità rom.

I figli, pur non subendo abusi o maltrattamenti fisici, lamentavano il clima familiare ormai divenuto intollerabile, dal momento che assistevano terrorizzati alle violenze subite dalla madre.

Il marito violento era stato già raggiunto quattro mesi fa dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento, trasformata oggi,dopo l’arresto, su disposizione dell’autorità giudiziaria in arresti domiciliari.

Nonostante il primo provvedimento, infatti, aveva continuato con la sua condotta violenta, fatta di percosse e minacce ai danni della moglie.

Negli ultimi tempi la donna aveva trovato rifugio insieme ai figli in una struttura di accoglienza,  ma non era riuscita a sottrarsi a continue intimidazioni.

Fino a ieri sera, quando, accortasi di essere pedinata, ha chiamato gli agenti delle Volanti della Questura di Lecce, che hanno bloccato il marito violento e padre padrone, poi posto ai domiciliari, come disposto dall’autorità giudiziaria.

Category: Cronaca

Lascia un commento