VIGILANZA E TRASPARENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL WHISTLEBLOWING. OGGI 17 GIUGNO, ALLE 17.00, A LECCE, UN IMPORTANTE CONVEGNO FORMATIVO PROMOSSO DAL CRIS – CITTADELLA UNIVERSITARIA DI POGGIARDO, IN COLLABORAZIONE CON L’ORDINE DEGLI AVVOCATI

| 17 Giugno 2022 | 0 Comments

di Carmen Leo______  Con il termine “whistleblowing” (letteralmente dall’inglese: suonare il fischietto, n.d.r.) si intende la segnalazione di illeciti o irregolarità che un individuo, “whistleblower”, per chi mastica l’idioma anglosassone, ma tradotto più semplicemente nella nostra lingua madre come “segnalante”, riscontra in un’azienda o in un ente pubblico.

La figura del whistleblower è nata negli Stati Uniti d’America per indicare, dunque, il dipendente che denunci attività illecite all’interno dell’organizzazione di appartenenza.

Alcuni ritengono che il termine, in un certo senso onomatopeico, richiami la figura dell’arbitro che “soffia” il fischietto per segnalare un “fallo”, immagine metaforica, dunque, accostata a quella del lavoratore che denuncia un illecito.

In Italia, la materia è disciplinata dall’art. 54-bis del dlgs n. 165 del 2001, poi modificato dall’art. 1, comma 1, della legge 179/2017, attualmente in vigore, che obbliga le pubbliche amministrazioni e le aziende private che hanno già adottato un “modello 231”, a dotarsi di un canale informatico, per consentire a chi viene a conoscenza di condotte non conformi alla legge vigente nel luogo di lavoro di segnalarle in modo assolutamente riservato.

Il sopracitato “modello 231” scaturisce dal D. Lgs. n. 231/01, che ha introdotto il concetto di responsabilità amministrativa delle imprese per i reati commessi da amministratori, manager e dipendenti, collegando ad essi pesanti sanzioni pecuniarie o interdittive.

I destinatari del Decreto sono gli Enti, sia privati che pubblici e, più in generale, tutte le imprese organizzate in forma societaria, i quali, adottando un Modello Organizzativo 231, che sappia rispondere sia alle esigenze lavorative aziendali che ai dettami richiesti dalle norme di legge, possono evitare tali sanzioni.

L’ambito di applicazione del whistleblowing ha come obiettivo, inoltre, quello di altrettanta rilevanza di far emergere gravi violazioni che possano mettere in pericolo la salute e la sicurezza pubblica dei lavoratori.

È stato proprio grazie al whistleblowing che sono venuti alla luce alcuni scandali a livello industriale, che hanno avuto una risonanza mediatica internazionale, basti pensare al caso Volkswagen Dieselgate del 2015 o ad altri come Luxleaks, Panama Papers e Cambridge Analytica.

Un tema molto importante e legislativamente ben disciplinato quello di cui abbiamo appena disquisito, che sarà trattato oggi, 17 giugno 2022, a partire dalle ore 17.00, nella suggestiva sede dell’ex Convitto Palmieri ( nella foto di copertina), in piazzetta Carducci a Lecce, ove si terrà un convegno di aggiornamento professionale per l’Ordine degli Avvocati di Lecce, promosso dal CRIS – Centro Ricerche Istruzioni, Servizi e Sviluppo della Cittadella Universitaria di Poggiardo in provincia di Lecce(nella foto sotto).

 

La convention vedrà i saluti di apertura di Antonio De Mauro, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lecce, di Nicola Delle Donne, presidente di Confindustria Lecce, e di Sandro Tramacere, presidente dello stesso CRIS.

Vincenzo Scarpello, presidente dell’Unione Italiana Forense Lecce, introdurrà un parterre di illustri relatori, quali S.E. il Prefetto di Lecce, Maria Rosa Trio, il segretario generale della Provincia di Lecce, Angelo Caretto, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Ambito VI di Lecce, Vincenzo Melilli,  il  presidente della sezione Corte dei Conti della Basilicata, Vittorio Raeli,  ed il consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Lecce, Giovanni Bellisario.

Nell’ambito del convegno il prof. Pietro Barba, docente assegnato ai Progetti Nazionali del Ministero dell’Istruzione, presso l’Ufficio Scolastico Territoriale Ambito VI di Lecce, farà un intervento con riferimenti al suo saggio, perfettamente in linea con la tematica di discussione, dal titolo Whistleblowing. Il nuovo strumento di segnalazione anticorruzione.

Modera l’evento Marta Rossetti.

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento