IL LABIRINTO DI OMBRETTA COSTANZO

| 3 Agosto 2022 | 0 Comments

di Raffaele Polo ______

”L’Altro Labirinto” di Ombretta Costanzo (71 anni, di Brescia, al suo terzo romanzo, nella foto) è la proposta letteraria della Casa Editrice “I libri di Icaro” di Lecce per l’estate 2022 (pagg. 140, euro 18.00): racconta il viaggio, necessario al protagonista, per capire se gli incubi e le allucinazioni violente che lo perseguitano e che raccontano il suo disagio psichico, abbiano origine da una tragica storia della quale ha solo qualche immagine sbiadita.

Le sue ricerche lo condurranno da Parigi in Valcamonica, in un percorso denso di mistero e di dolore, immerso nelle tradizioni e nell’ignoranza ma orientato da un senso quasi magico verso la verità. La sua guida è la nonna perduta nel passato che conduce i suoi sogni.

La narrazione si articola a cavallo tra gli anni ‘30 e ‘60 dello scorso secolo, in un tragitto tortuoso fatto di studi archeologici e analisi antropologiche; corre tra la modernità della scienza ipnotica e la preistoria della superstizione. A fare da sfondo inquieto al percorso, la splendida Valcamonica, la sua cultura antica immersa nella natura, i suoi boschi e le sue presenze colme di fascino.

La vicenda inizia quando, fuggita di casa poco più che adolescente, nel 1936 Chiara subisce una violenza sessuale. Rimasta incinta, si nasconde in una cascina abbandonata e qui dà alla luce Roberto, un bambino deforme che la gente della valle considera figlio del demonio. Lei, quel bambino, lo odia perché figlio della violenza e si ritira a vivere da sola, considerata dalla gente del paese una poco di buono e una strega. Dopo pochi anni dalla nascita del suo secondo amatissimo figlio Celestino, si scatena su di lei e sulle sue creature la tragedia. Celestino, il protagonista della storia, a cinque anni verrà portato via, a vivere a Parigi, e dimenticherà le sue valli.

Category: Cultura, Libri

Lascia un commento