“la mia cucina fusion” / ‘GUSTO GIUSTO equipe’ PROPONE: “COSTOLETTINE ALLA VILLEROI”

| 14 Ottobre 2016 | 1 Comment

COSTOLETTINE ALLA VILLEROI. Per quattro persone.

Trattandosi di una preparazione abbastanza laboriosa, potete dividerla in due tempi, passando le costolette nella salsa, anche con molte ore d’anticipo e, friggendole solo qualche minuto prima di portarle in tavola. Con questo sistema la salsa si rassoderà meglio. ______

8 costolettine di agnello – 120 g di burro – 150 g di farina, circa – 3 uova – 2 Cucchiaiate di Parmigiano – ½ dado per brodo – 1 piccolo tartufo nero – poco pangrattato – 1/2litro di latte – Marsala secco – olio per friggere – noce moscata – pepe e sale q.b. ______

1. Appiattite leggermente le costolettine con il batticarne.

2. Fate sciogliere 50 g di burro in un tegame, allineatevi le costolettine, spolverizzate con il mezzo dado sbriciolato (o in polvere) e fatelo rosolare da entrambe le parti irrorandole con 4-5 Cucchiaiate di Marsala. Scolatele, quando sono cotte, su un tagliere, mettetevi sopra un secondo tagliere o un’assetta, su questo mettete un peso e lasciatele raffreddare.

3. Fate sciogliere il burro rimasto in una casseruola, unitevi 100 g di farina, mescolate bene per stemperare grumi, poi diluite con il latte bollente; condite con il sale, pepe e noce moscata e fate cuocere la besciamella, senza smettere di mescolare, fino a quando si sarà addensata e sarà divenuta ben soda ed elastica. Toglietela dal fuoco, unitevi, uno alla volta, due tuorli, rimettendola sul fuoco e fate prendere l’ebollizione, sempre mescolando. Amalgamatevi, infine, fuori dal fuoco, il formaggio e il tartufo tagliato a dadini. Mettete la salsa in un’altra casseruola per evitare che indurisca e immergetevi le costolettine, rivestendole bene di salsa da ambo le parti (non immergete il manico); via via che sono pronte, adagiatele su un largo piatto, leggermente unto di olio e lasciatele raffreddare.

4. Rompete in un piatto fondo un uovo intero, unitevi un albume e sbatteteli bene.

5. Ponete sul fuoco una larga padella per fritti con abbondante oli (le costolette devono starvi immerse) e fatelo scaldare bene (non deve però fumare)

6. Passate le costolettine nella rimanente farina, immergetele quindi nell’uovo, poi passatele nel pangrattato, premendole leggermente con la mano e buttandovi sopra un po’ di pangrattato.

7. Fate friggere le costolettine, poco alla volta, nell’olio ben caldo, per pochi minuti e a fuoco alto..

8. Scolatele ben dorate, avvolgete le ossa che sporgono, con un manicotto di carta e disponetele a corona su un piatto.

Decorate a piacere con foglie d’insalata e servite.______

Procedimento semplice , ma lungo…Mi auguro che vogliate togliervi il gusto, di fare una volta una preparazione particolare e chic!

BUON APPETTITO a tutti!

GUSTO GIUSTO equipe

 

 

Category: Costume e società

About the Author ()

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giuseppina Cerbone ha detto:

    proverò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.