PARCHEGGIATORE ABUSIVO ARRESTATO DALLE VOLANTI

| 8 settembre 2014 | 0 Comments

Nel pomeriggio di ieri, transitando per via XXV Luglio, una pattuglia della Sezione Volanti è stata avvicinata da un passante il quale riferiva che poco prima, in via Costa, dopo aver parcheggiato la sua autovettura veniva seguito da un giovane vestito con maglietta grigia e pantaloncini corti in jeans alto circa cm. 170 capelli corti carnagione scura probabilmente in stato di ebbrezza che, con insistenza, gli chiedeva dei soldi per il parcheggio dell’auto.

A seguito di quanto segnalato gli agenti percorrevano via Costa ove si appostavano e poco dopo notavano il giovane segnalato indirizzare negli spazi liberi le autovetture che si accingevano a parcheggiare. Il giovane veniva fermato per procedere alla sua identificazione e ad eventuali contestazioni al codice della strada.

Il parcheggiatore abusivo, privo di documenti, alzando il tono di voce, inveiva contro gli operatori invitandoli ad occuparsi dei “veri delinquenti “ e non di lui che in fondo faceva solo il parcheggiatore abusivo.

All’invito degli agenti a seguirli in Questura l’uomo, che successivamente si accertava essere  MURRA ROBERTO nato a Lecce nel’74, opponeva una tenace resistenza tanto che ne scaturiva una colluttazione a seguito della quale il fermato provocava loro traumi e lesioni in varie parti del corpo tali da richiedere successivamente consulenza medica presso il locale ospedale giudicati guaribili in cinque giorni

A quel punto, considerata la presenza di numerose persone che transitavano il Murra iniziava una messa in scena gridando di essere stato percosso e gettando per terra con violenza gli occhiali da sole, accusava gli agenti di averglieli rotti.

Nel momento in cui il Murra veniva collocato all’interno dell’abitacolo dell’autovettura di servizio lamentava di essere stato colpito al piede destro dalla portiera e di avvertire     dolori in varie parti del corpo e pertanto si rendeva necessario l’intervento di personale del 118 che l’uomo tuttavia rifiutava .

In presenza degli operatori del 118 il  Murra rivolgeva le sue attenzioni minacciose e provocatorie al personale della volante invitandoli a picchiarlo.

Al termine degli accertamenti effettuati l’uomo vendita condotto agli arresti domiciliari.

Category: Cronaca

Lascia un commento