BIMBA DI TRE ANNI MORSA DAL CANE PIT BULL DELLO ZIO, OPERATA AL ‘VITO FAZZI’, RISCHIA DI PERDERE IL PIEDE

| 2 giugno 2015 | 1 Comment

(t.l.)______Una bambina leccese di 3 anni ieri sera è stata azzannata da un cane di razza pit bull, mentre si trovava in casa della nonna. E’ stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, ma resta in prognosi riservata.

L’equipe medica del ‘ Vito Fazzi’ ha operato la piccola durante la notte nel tentativo di riattaccare il piede destro, quasi del tutto tranciato dal potente morso del cane. L’intervento è riuscito, ma l’ ipotesi che la bimba possa subire l’amputazione a causa dei gravissimi danni vascolari subiti non è ancora scongiurata: resta sotto stretta osservazione medica nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Lecce.

Intanto, lo zio della bambina, al quale apparteneva il cane, un giovane ventenne, è indagato per omessa custodia.

Il pit bull (nella foto, un’ immagine di repertorio), che sarebbe uscito dal recinto per cause ancora non chiare, è stato condotto nel canile comunale di Lecce.

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    AGGIORNAMENTO DI VENERDI’ 5______Purtroppo alla bambina è stato necessario amputare la gamba destra.
    L’intervento chirurgico è stato fatto nell’ospedale Vito Fazzi dal primario di Ortopedia, Giuseppe Rollo, il quale ha dichiarato: “E’ stata dura. Ho anche pianto, è stata l’esperienza più brutta della mia vita che non auguro neppure al peggior nemico. Abbiamo tentato l’impossibile ma sapevano che le possibilità di successo erano ridottissime”.

Lascia un commento