LA PETIZIONE CONTRO IL TTIP (VI SPIEGHIAMO DI CHE COSA SI TRATTA E PERCHE’ VA BLOCCATO)

| 8 giugno 2015 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Un gruppo di cittadini salentini organizzatori della raccolta firme su base europea ci manda il seguente appello______

Firma anche tu per dire Stop al TTIP, il Trattato transatlantico che attacca la democrazia, i diritti e l’ambiente! 

Bastano solo pochi secondi: apri questo link

https://stop-ttip.org/firma/

e aggiungi la tua firma alla petizione on line riconosciuta dalla Commissione Europea. 

Lo hanno fatto già quasi 1.900.000 di cittadini europei e dobbiamo raggiungere al più presto i 2.000.000. 

Non pensare che sia inutile.

La petizione è uno strumento (importante) di una mobilitazione più ampia, che sta coinvolgendo moltissimi cittadini in Europa e negli USA. 

Firma e fai firmare almeno cinque persone che si fidano di te, invita i tuoi contatti a fare altrettanto, invitandoli a questo evento o inviando il link della petizione on line. 

Il TTIP (“Transatlantic Trade and Investment Parnership”) è un gigantesco trattato che Unione Europea e Stati Uniti stanno discutendo già da un paio di anni, e che sperano di approvare entro il 2015. 

L’accordo riguarderà praticamente tutte le attività economiche produttive e commerciali e avrà enormi ricadute sulla vita delle persone, sulla vita di ognuno di noi. 

Dice Padre Alex Zanotelli, già direttore di “Nigrizia” e leader di battaglie civili come quelle sull’acqua pubblica: “Il TTIP è un negoziato stipulato senza la partecipazione dei cittadini. E’ un vero e proprio golpe da parte dei poteri economico-finanziari che governano il pianeta”. 

Dice Joseph Stiglitz, premio Nobel per l’Economia nel 2001: “L’accordo è iniquo. L’Europa non dovrebbe firmarlo. I costi relativi alla salute, alla salute, alla sicurezza dei cittadini sarebbero enormi”. 

Il TTIP – afferma Susan George, storica attivista nel campo dei diritti e delle ingiustizie globali – è un assalto alla democrazia, alla classe lavoratrice, all’ambiente, alla salute e al benessere della cittadinanza”. 

Il TTIP è infatti il sogno delle multinazionali, il loro “cavallo di Troia” e – se sarà approvato – ci metterà del tutto nelle mani delle grandi corporation, europee e americane. 

Dentro il TTIP ci sono cose come trivellazioni e ogm, carni agli ormoni e pollo al cloro, fitofarmaci cancerogeni, privatizzazione dei servizi (acqua, sanità, scuola e università, trasporti), diritti dei lavoratori, asservimento completo dell’ambiente agli interessi economici, speculazione finanziaria, norme che limiteranno e violeranno la privacy e la libera condivisione di materiali in rete. 

Ma c’è ancora molto altro. 

Soprattutto c’è il fatto che le leggi e le Costituzioni democratiche saranno aggirate: conteranno solo gli interessi dei più forti e sarà praticamente impossibile tornare indietro. 

Le merci prima delle persone, questa è la logica alla base del TTIP. 

Non lasciamoci maltratrattare. Informiamoci e facciamo ascoltare la nostra voce. 

Diciamo Stop TTIP!

Un grande NO al TTIP e a ciò che rappresenta.

Un grande SI’ a un mondo che abbia a cuore la sostenibilità ambientale, che tuteli la biodiversità e la qualità della vita, dove a nessuno sia negata la dignità, a misura degli uomini e degli altri esseri viventi. 

Non ne sai abbastanza? Non ne sai nulla?

E’ vero, moltissimi cittadini americani, europei e italiani non sono informati.

Questo è un altro aspetto importante: decisioni di questa importanza sulla vita di tutti non possono essere prese tenendo le persone all’oscuro. 

Le lobby delle corporation e i governi fanno molto affidamento sulla nostra disinformazione. 

Quindi, in primo luogo è necessario informarsi.

 

Tags:

Category: Costume e società

Lascia un commento