NEANCHE LA PROVVIDENZA DIVINA / AGGIORNAMENTO / COINVOLTI ANCHE DUE CARDINALI

| 11 giugno 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Crediamo di aver assolto ieri in redazione al nostro compito non solo di informare tempestivamente, ma pure di capire e far capire la rilevanza della notizia, documentando ed approfondendo, che, pur nella necessaria e a volte assai stringente immediatezza, è il compito che ci siamo dati e che vogliamo continuare ad assolvere.

Qualche chiosa al riguardo.

In primo luogo – e rispondiamo a qualche osservazione avuta al riguardo – l’ amministrazione della sanità in Puglia c’ entra, eccome se c’ entra! Perché al privato – con tutto il rispetto per il privato di proprietà di ordini religiosi – vengono concessi spazi che dovrebbero essere del pubblico?

E perché la sanità in genere continua ad essere una miniera d’ oro per il potere politico?

A proposito. Abbiamo ritrovato oggi sui media di massa – che solo oggi danno qualche spiegazione in più – una frase che il senatore Antonio Azzollini, col la finezza poetica che lo contraddistingue, ripetutamente ostentata pure in altre circostanze, avrebbe pronunciato, il giorno in cui si presentò nell’ istituto, per prenderne il comando operativo, malavitoso, dobbiamo aggiungere.

“Da oggi qui comando io, se no omissis ” avrebbe detto alle suore. Ecco, ci era sembrata e ci sembra ancora una frase di una volgarità assurda, pari a quella di coloro i quali l’ hanno disinvoltamente pubblicata, in netto contrasto al semplice buongusto.

L’ educazione viene sempre prima di tutto, anche prima dell’ informazione.

Ancora, dobbiamo dar conto di una novità delle ultime ore: a quanto si apprende dagli ambienti giudiziari, fra i coinvolti dall’ inchiesta della procura di Trani ci sono anche due cardinali, il nominativo dei quali è stato però tenuto segreto dai inquirenti.

Infine, si è appena appreso che la giunta per le Immunità del Senato comincerà ad esaminare la richiesta di arresto per Antonio Azzollini martedì 16 giugno alle ore 20, e da allora proseguirà fino al 24 giugno, con due sedute a settimana.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento