NEANCHE LA DIVINA PROVVIDENZA / L’ AFFARE S’ INGROSSA

| 15 giugno 2015 | 0 Comments

(Rdl))______I pm di Trani solleveranno questione di legittimità costituzionale sull’emendamento alla Legge di stabilità del 2013 approvato calla commissione Bilancio del Senato, presieduta da Antonio Azzollini, e che avrebbe favorito indebitamente, secondo i pm, la Casa della Divina Provvidenza. Secondo il consulente dei pm Antonio Uricchio, tributarista e rettore dell’università di Bari, ci sono anche “dubbi sulla compatibilità comunitaria della misura” in “materia di aiuti di Stato”.

Nel dibattito politico nazionale, la concessione dell’ autorizzazione all’ arresto del senatore del Nuovo Centro destra continua a tenere banco, con ripercussioni sugli equilibri del governo, in vista del pronunciamento della competente commissione, previsto a giorni.

‪Intanto questa mattina a Bisceglie,‬ presso la Casa Divina Provvidenza, c’è stata una affollata conferenza – stampa del M5S, presenti portavoce al parlamento e al consiglio regionale, e la partecipazione speciale di Alessandro Di Battista.

Questa storia non finisce qui, inizia ora e faremo chiarezza su tutti gli altri politici coinvolti. L’ennesimo intreccio tra politica, sanità e malaffare, guidato dall’egoismo e dalla meschinità di chi dovrebbe invece essere garante della cosa pubblica. Auspichiamo fortemente che sia data la possibilità alla legge di fare il suo corso, una legge che deve essere uguale per tutti – questi, in sintesi giornalistica, i concetti espressi dai partecipanti (nella foto).

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento