OMICIDIO COLPOSO, L’ IPOTESI DI REATO DEI GIUDICI DI TARANTO A CARICO DELL’ ILVA PER LA MORTE DELL’OPERAIO

| 16 giugno 2015 | 0 Comments

(t.l.)______La Procura di Taranto, coordinata dal sostituto Antonella De Luca, ha iscritto numerose persone sul registro degli indagati e procede per il reato di ‘omicidio colposo’, in relazione alla morte di Alessandro Morricella, 35 anni, di Martina Franca, l’ operaio investito l’ altro lunedì da un getto di ghisa incandescente mentre misurava la temperatura del foro di colata dell’Altoforno 2 dello stabilimento siderurgico e morto venerdì scorso al Policlinico di Bari, dopo tre giorni di agonia straziante.

“Anomalo accumulo di gas”: questa, secondo una prima ricostruzione, la causa che avrebbe determinato la fiammata e la fuoriuscita di ghisa mentre Morricella era intento a controllarne la temperatura.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento