SUBITO RISOLTO IL MISTERO DEL CADAVERE RITROVATO NELLE CAMPAGNE DI MONTERONI/ EVADE DAI DOMICILIARI, INCONTRA NELLA NOTTE UN ANZIANO, GLI FRACASSA IL CRANIO, LO LASCIA ESANIME E FUGGE COL SUO PORTAFOGLI. ARRESTATA GIOVANE DONNA LECCESE

| 29 giugno 2015 | 0 Comments

(t.l.)______Il corpo senza vita di un uomo, Salvatore Maggi, 74 anni, di Monteroni di Lecce, gestore di una sala giochi in paese, è stato scoperto intorno alla mezzanotte scorsa nelle campagne di Arnesano,  in località “Licatelli”. Nudo, presentava una ferita alla testa e graffi, il che ha fatto subito pensare ad una colluttazione e a un omicida.

Ieri sera i famigliari dell’anziano avevano lanciato l’allarme non avendo sue notizie da ore, dopo che l’uomo si era allontanato da casa per raggiungere il suo podere.

Sul posto sono giunti i poliziotti della Squadra mobile di Lecce che hanno prontamente avviato le indagini, coordinati dal pubblico ministero di turno presso la procura della Repubblica Emilio Arnesano.

Dopo il ritrovamento della Panda della vittima, il caso si è avviato a una rapida soluzione. Infatti a bordo di quella vettura era stata notata una donna, alla cui identità gli inquirenti sono rapidamente risaliti.

Nulla invece si sa ancora di un uomo che l’ accompagnava.

Lei è Valentina Piccinonno (nella foto), 32 anni, la donna leccese di cui la cronaca nera, a parte i piccoli precedenti per droga e furto, si era già ampiamente occupata giusto un anno fa. Insieme ad un complice, infatti, poi prosciolto, aveva rapito una bambina bulgara, un episodio inquietante, mai del tutto chiarito, per cui era stata condannata ad un anno e otto mesi di reclusione, che stava scontando dai domiciliari.

Aveva ancora gli effetti personali della vittima, fra cui il portafogli.

Questa mattina ha reso confessione.

Ha raccontato di essere evasa dai domiciliari, per incontrare la vittima, ma di avere avuto con lui un diverbio e quindi di essersi difesa, perché l’ anziano pretendeva un rapporto sessuale.

Ci sono comunque ancora tanti elementi da ricostruire e da valutare, al di là della confessione dell’ omicida. La donna è stata arrestata e condotta in carcere con la terribile accusa di omicidio volontario a scopo di rapina.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento